Io amo Microsoft

15-08-2007

Lo spunto mi è venuto da un articolo di Pollycoke, che tratta di una riflessione di un suo lettore, Alioth.
Molto in sintesi (spero di non omettere nulla), Alioth si chiede di “organizzare” una risposta a chi chiede “Perchè odi Microsoft?”, e Felipe ci prova, dicendo in sostanza che lui non odia Microsoft, ma si difende dai suoi attacchi.

Ci ho riflettuto dieci minuti. Poi mi sono detto:

I-love-microsoft

Ebbene sì, IO AMO MICROSOFT.
Il perchè è presto detto.

Microsoft è una azienda, che opera in un regime di MERCATO, che considero meno dannoso e meno iniquo di un regime socialista, AMMESSO che le regole del mercato vengano rispettate.

Microsoft, e questo mi sembra inconfutabile, ha lavorato indisturbata per ANNI in una situazione quasi-monopolistica, e le multe ricevute sono state troppo poco esose per intaccare il suo fatturato.

PRIMA CONSIDERAZIONE: Microsoft si è arricchita alle spalle delle persone.

Seconda considerazione: nominatemi almeno tre aziende, tra le 500 più ricche al mondo, che non possono fregiarsi dello stesso titolo, e io vi regalo casa.
Purtroppo, nell’economia globale di oggi, più una azienda è grande, e più si comporta in maniera MALVAGIA. E questo vale per Microsoft come per tutte le altre.

Terza considerazione: nonostante una microscopica parte della “fregatura” Microsoft abbia inciso anche sui miei redditi, come su quelli di tutti noi, il vero motivo per cui ancora AMO Microsoft è che IL SUO MONOPOLIO ha permesso la crescita dell’informatica con una velocità strabiliante.
Il monopolio di Windows ha fatto sì che tanti produttori software si uniformassero, e questo ha portato risparmi e sviluppo.
C’era un modo migliore? Anche cento, per quanto ne so. Ma SENZA Microsoft, non sappiamo se oggi avremmo quasi 800 milioni di utenti Internet, oppure meno di 100 milioni (stima a cavolo).

Siccome penso che Internet sia uno STRUMENTO DI DEMOCRAZIA, continuo ad amare Microsoft… Come del resto, AMO gli Stati Uniti NON per le cose malvagie che fanno, ma per il fatto che senza di loro FORSE ci sarebbe un’altra nazione a farne DI PEGGIORI.

Ubuntu (e dietro, Canonical) sono la nuova alba, un nuovo modello di Business, sicuramente più ETICO ed APERTO di quello diffuso da Microsoft.
Spero tanto che tutta la passione che io e milioni di altri mettiamo in Ubuntu, e l’aiuto che diamo per il suo sviluppo, servano a questo.

Perchè, vorrei ricordare, l’Informatica, il PC, Internet e tutto il resto sono solo STRUMENTI: evitiamo di confondere lo STRUMENTO con LO SCOPO, che per me è quello di avere più persone felici nel mondo.

Annunci

Lezioni Linux

15-08-2007

Alex, molto gentilmente, mi ha autorizzato a pubblicare le sue slides di lezioni su Linux.
Se volete, scaricatevi il file ZIP e dategli un’occhio.

Se per caso dovete segnalare refusi o errori di battitura, scrivetemi.

La licenza è Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0!