Fsugitalia.org

28-02-2008

Ricevo, e volentieri pubblico, queste righe da Alexjan:

FSUGITALIA.ORG
Il sito si occupa di fornire informazioni sulle licenze free e su alcuni prodotti poco utilizzati come minix e gnu hurd.
Inoltre gli utenti registrati al forum possono pubblicare i propri progetti e tutorial, che possono essere scaricati in modo completamente libero.
Il forum serve per la comunicazione tra gli utenti, le richieste di assistenza , le news, e come accade ogni tanto anche per sondaggi interessanti ( come quello che c’è ora su http://www.fsugitalia.org/phpBB3/viewforum.php?f=46  , messo su dal bravo montoya). Vuole essere un approccio diverso dalle classiche mailing list dei lug.

L’url del sito è http://www.fsugitalia.org/
http://www.fsugitalia.org/license.php — Per le licenze
http://www.fsugitalia.org/minix3/  — Traduzione in italiano del sito minix
http://www.fsugitalia.org/gnuhurd/ — Traduzione in italiano del sito gnuhurd
http://www.fsugitalia.org/phpBB3/index.php — Il forum

Presto partiranno altre iniziative, spero che verrai a trovarci se avrai tempo, anche per dare una mano ai pochi ma agguerriti utenti ubuntu presenti sul forum.
Come dicevo ogni buon consiglio, o critica costruttiva al progetto è ben accetta, sappiamo che dobbiamo crescere, e con un po’ di aiuto da tutti si può riuscire a fare una iniziativa seria, aperta a tutti!

Grazie e spero di risentirti presto…..
Alexjan Carraturo

Annunci

Nokia morph

28-02-2008

Che figata: Nokia morph.

Posso affermare che Ubuntu Mobile è MOLTO promettente.
Speriamo bene.

ubuntu mobile

L’ottimo Avvocatissimo(!) Tiziano Solignani mi segnala questo suo articolo, che a mia volta segnalo ai miei affezionati lettori: come comprare l’Asus eeePC a 99 euro invece che 299 euro, usufruendo del contributo statale di 200 euro riservato ai lavoratori assunti con contratto Co.Co.Pro.

Sarebbe bello se OGNUNO DI VOI parlasse di questa cosa con ALMENO DUE Co.Co.Pro. vostri amici (non ditemi che non ne avete almeno due, non ci credo). L’effetto moltiplicativo porterebbe 4 milioni e mezzo di computer con Linux in Italia… mica male no?
E dai…

Ubuntu ha un problema, un grosso problema.
Sto cominciando a capirlo, in questi giorni, e se ci ragionate bene, ci arrivate anche voi.
E’ un qualcosa che si manifesta in ogni situazione in cui parliamo di informatica.

Ubuntu sta invecchiando.

Amazon sta vendendo web services che forniscono storage e potenza di calcolo.
EMC2 sta per fare altrettanto.
Microsoft ha lanciato Skydrive.
Google ha qualcosa in mano che si chiama Gdrive, e ha milioni di utenti che usano Gmail e Google Apps.
Apple fornisce .Mac, una mezza ciofèca, ma comunque è qualcosa.
VMWare e simili stanno spopolando.
IBM si sta lanciando sulla virtualizzazione.
Sun anche (vedi i recenti acquisti).

I computer spariranno tra qualche anno.
Rimarranno solo in pochi grandi data center, e saranno potenti e costosi.
Sì, forse avranno Ubuntu. Ma a quel punto, un successo del cavolo.

L’idea di Ubuntu, inteso come “computing per esseri umani”, sta per sparire. Tra qualche anno saremo in mano ad una nuova oligarchia dominata da grandi corporation, e tutta la libertà che stiamo inseguendo ci sarà sfuggita di mano, per un soffio.

Vorrei tanto sbagliarmi… o vedere dei segnali di reazione.

Voi cosa ne pensate?

Google horror

12-02-2008

Ieri notte, insonne, leggevo questa storia.
In sintesi, si parla di un tizio che usava Gmail, Gcalendar, Gtalk, Orkut (il social network di Google), e altre robette simili, e che ad un certo punto si è visto soffiare l’account con una banale trappola, una email phishing.
Ha scoperto, con orrore, che poi tutti i suoi dati erano stati cancellati.
In preda al panico, è comunque riuscito a contattare dei suoi amici che lavorano a Google, e si è fatto restituire l’account e i dati.
Ma se fosse stato uno di noi?

Io uso gmail, e faccio un regolare backup dell’account Gmail su Thunderbird, proprio per evitare i danni maggiori. Tuttavia questa eventualità mi spaventa ogni giorno di più.

L’aria è un diritto, un ospedale è un diritto, la polizia è un diritto… Comincio a pensare che anche una email, e uno “spazio disco” sicuro e perenne, siano un diritto, che le nazioni dovrebbero iniziare a considerare.

Per il momento, cari miei, preparatevi ad una eventualità del genere. Be ready!
E come scrive Danah: “few people stop to think about data loss until it happens to them“.

Cari lettori e care lettrici,
negli ultimi tempi ho avuto molto da fare, poca voglia di scrivere, qualche “cavolo” per la testa.
Il morale è alto (come sempre!), quindi non preoccupatevi, però come avete notato le mie “scritture” su questo blog sono meno… **** del solito (sostituite **** con un bellissimo aggettivo!).

Speriamo che presto ritroverò grinta, tempo e voglia :-)

E’ vero, il blog è mio e ci faccio quello che mi pare, ma… i propri lettori non sono solo un diritto, sono anche qualcosa da rispettare. Questo è il mio modo di rispettarvi. Spero vi piaccia.

A presto!