travel blog?

30-01-2009

Mi chiedevo: ma quanto può interessare un travel blog?
Dato che sono sempre in viaggio, potrebbe essere una buona idea faticare copiosamente per tenermi più in contatto con tutti voi… Ma a voi, piacerebbe?
E se fosse solo in inglese?

Frodi

28-01-2009

Oggi ho avuto un problema.

Mi arriva una email da Cartasì, dicendo che c’è una comunicazione urgente per me relativa alla mia Carta di Credito italiana (ultime cifre finali ****), e che devo chiamare il numero 800 15 16 16.
Ovviamente, essendo oggi a Monaco di Baviera, il numero 800 eccetera non lo posso chiamare.
Dopo rocamboleschi tentativi, riesco a chiamare mio fratello e farmi mettere in teleconferenza con il numero sopracitato (facendo pagare a mio Fratello qualche buon euro di bolletta).

Mi dicono che la mia Carta di Credito è stata usata con un POS considerato contraffatto (ad Amsterdam), e che quindi andrebbe subito bloccata. La nuova Carta mi arriverà in Italia entro dieci giorni.

Faccio notare alla signorina che:
– Se si verifica un problema ad Amsterdam, potrebbe essere che sono ancora ad Amsterdam… che vi costa aggiungere un numero internazionale?
Risposta: Ma signore, il numero è ben visibile sull’estratto conto che le mandiamo ogni mese.
(penso tra me e me: ma brutta deficiente, secondo te mi porto appresso l’estratto conto ovunque vado?)
– Fortunatamente ho altre carte di credito, ma se avessi solo quella, dovrei attendere 10 giorni di tempo? Inoltre, essendo successo all’estero, perchè non mi viene spedita la carta all’estero?
Risposta: eh questi sono i tempi, burocrazia, eccetera eccetera. E inoltre, spediamo solo in Italia.
(penso: ma se non avessi altre carte e fossi rimasto quasi senza soldi, all’estero… sarei nella merda. O no?)
– Dico che ho chiamato anche la mia Banca, la quale mi assicurava che tutto era a posto. Come mai questa incoerenza tra la Banca e Cartasi?
Risposta: non lo sappiamo, verifichi con la sua Banca (della serie: non ce ne può fregare di meno).

Infine, noto con dispiacere che la signorina non accenna minimamente qualcosa del tipo “Effettivamente non ci costa nulla aggiungere anche il numero internazionale, quindi farò presente il suo suggerimento”. Niente di tutto ciò.

E sono triste, ora. Ma mica per la faccenda. Per l’Italia intera. Che fine disgraziata.

Ricordi

25-01-2009

Correva l’anno 2000, e ad Assisi si inaugurava il Lyrick Theatre, dove da giugno a fine novembre, ogni giorno, andava in scena “Francesco – il Musical”.
Io ero un’altra persona. Avevo finito il militare da pochi mesi, e studiavo con successo al primo anno del corso di Informatica di Perugia, iscritto daccapo dopo due anni di ingegneria elettronica tristissimi (non per l’ingegneria, ma per cazzi personali).

Il mio caro amico Max, che aveva vinto un posto da vigile urbano, mi chiese se mi interessava lavorare come “tecnico”, tutte le sere (e anche il pomeriggio del sabato e della domenica). Accettai.

Il Musical era il mio primo contatto con il teatro romano, e con dei professionisti dello spettacolo. Imparai tanto.
Questo è un estratto dello spettacolo.

Stamattina cercavo su Facebook il mio amico Paolo De Giorgio. Poi ho cercato Antonello Angiolillo, protagonista del Musical, e ho scoperto con meraviglia che è amico della mia cara Serena. Ma guarda le coincidenze.

E insomma, da giugno a novembre 2000, studiavo, frequentavo una ragazza di nome Silvia (che quell’anno mi ha sopportato pazientemente), e ogni sera, per circa tre ore e mezzo, “mandavo i sottotitoli del musical” con un Mac. Sì, questo era il difficilissimo ruolo del tecnico. Poi, per fortuna e per noia, sono riuscito anche a fare qualcos’altro di più “attinente” all’informatica. Venivo pagato benissimo, oltre due milioni e mezzo di lire al mese e, come è tradizione nel mondo degli attori, venivo pagato ogni settimana.
Uno spettacolo.

Quanti ricordi.

Leggo con dispiacere delle disavventure postali di AleBegoli (ma con piacere, invece, che Amazon.co.uk abbia fornito un servizio eccellente), ma è solo grazie ad esse scopro la simpaticissima classifica delle “2008 company to incazz for“, di Brodo Primordiale.
Da leggere.

Saluti da Munich di Bavieren. Oggi spero di riuscire a vedermi la mostra di Kandinsky, e stasera me magno lo stinchen bavaresen alla faccia vostren :)

Incredibile… Best Robots of 2008.
E la cosa incredibile è che tra pochi anni, questi ci sembreranno primitivi e obsoleti.

Mi viene in mente questo superbo libro, Love and Sex with Robots, che con acume e intelligenza analizza il futuro dei rapporti sentimentali, e sessuali, tra uomini e Robot. Tutt’altro che banale.

Prossimi giri

19-01-2009

Cari lettori,
nelle prossime settimane riprendono i miei giri in Europa. Ecco la lista qui sotto: se siete da quelle parti, o se conoscete qualcuno che avrebbe piacere di incontrarmi, commentate e fatemelo sapere :)
p.s. mi trovate anche su Dopplr.

Amsterdam, 21-22 gennaio
Monaco di Baviera, 25-28 gennaio
Londra, 1-4 febbraio
Madrid, 5 febbraio
Londra, 6-9 febbraio
Londra, 11 febbraio
Londra, 20 febbraio
Giappone, ? (indicativamente, 23-27 febbraio)
Brussels, 28 febbraio
Hannover (CeBIT), 2-8 marzo
Cuba, 10-23 marzo (vacanze, non lavoro!)

Update:
questi sono i giri che ho fatto nel 2008, per lavoro:

evangelism_2008_500px

Ciao!

ext4

15-01-2009

Mi sono perso una cosa molto interessante: il 25 dicembre 2008, col rilascio del kernel 2.6.28, è arrivato anche, stabile, il filesystem ext4, il successore di ext3.
Credo che ext4 sia un notevole passo in avanti… Anche se ancora sogno un ZFS open source e disponibile gratis per tutti :)