West of Cork

20-04-2009

Mi trovo a Cork, Irlanda. Sapete il significato dell’espressione “West of Cork”? Cork è già considerato il limite del mondo “civile”, quindi “West of Cork” significa selvaggio, ignorante, primitivo.
A spiegarmelo non è stato un irlandese, ma bensì un amico di Napoli, in chat :)
Queste quattro righe servivano a spiegare il titolo, che poi non c’entra una mazza col resto del post eheh :)

Alcuni pensieri sparsi, ma importanti:
1) Ho letto “The armchair economist“, di Steven E. Landsburg, e l’ho trovato OTTIMO. Compratelo e leggetelo. Merita. Visto che qui la connessione per qualche strano motivo è “ballerina”, non ho molto tempo, ma vi dico semplicemente che cambierà radicalmente la vostra percezione di cosa sia l’economia. E vi farà capire tante cose.

2) Sto pensando di rifare il blog, eventualmente spostandolo su http://www.brunozzi.it. Vorrei tenere WordPress, che è figo… ma non ho molto tempo per rimetterci le mani, fare un design carino, eccetera. Il punto è che se lo rifaccio, lo rifaccio per bene. Mi piacerebbe anche poter finalmente fare post in due lingue, italiano ed inglese, così riprendo a scrivere sul serio…
Voi che ne dite? Quanto costa impostare un bel blog, con un design fico, su wordpress? Oppure, avete consigli migliori?

3) Ho ripreso da qualche giorno a scrivere con molto più entusiasmo (rispetto allo schifo che descrivevo), e mi sento… meglio. Nei miei confronti, e nei vostri. Bello no? :-P

9 Responses to “West of Cork”

  1. Lazza Says:

    Bello sì. :-P

  2. Modesto Says:

    Parlaci di SUN ed Oracle. Che ne pensi?

  3. simone Says:

    Sono scettico, in verità. Mi sembra una mossa azzardata, per quel prezzo. Chissà.

  4. Modesto Says:

    Ho paura per MySQL, OpenOffice…

    non è che Oracle finirà col trasformare MySQL in un gicattolino per poveri=

  5. simone Says:

    Modesto: MySQL non è competitivo rispetto ad Oracle o DB2, nel mondo enterprise… spiacente ma siamo già quasi lì… :)

  6. Stefano Says:

    @Simone

    1) Grazie. Provvederò.

    2) Multilingua? Mmh. Bello, ma ti basta il tempo?

    3) Molto bene, anzi, … molto meglio.

    @Modesto
    MySql giocattolino?.. Se se lo sono comprato non credo vogliano bruciarselo. La comunita’ LAMP, una delle spine dorsali di Internet, guarderebbe altrove in un millisecondo(Postgres? Altri?). Cmq è un’operazione notevole … e non so rendermi conto se in questo momento storico, Oracle abbia fatto i salti mortali, oppure abbia semplicemente fatto un giretto al supermercato in periodo di saldi. Tuttavia, obbligherà qualche altro gigante ad una contromossa (SqlServer & .NET in primis visto che ora JAVA+ORACLE fanno parrocchia). Lo scenario lo vedo ancor più a senso unico se Oracle metterà le mani anche su Red Hat: visto che ora potrà offrire un pacchetto all-in-one credo che Red Hat non stia facendo i salti di gioia, e ne esca fortemente indebolita.

    Riguardo ad OpenOffice … non vedo grosse differenze rispetto a prima. Sun aprì StarOffice non per ‘bontade’ ma perchè non riusciva a sfondare con il suo prodotto. Avere dietro un gigante come Oracle credo possa solo che far concorrenza a Microsoft.

    In tutto lo scenario vedo IBM in grossa difficoltà. E ormai da tempo. Peccato.

  7. simone Says:

    Stefano: grazie!
    2) si, il tempo lo trovo :)

  8. modesto Says:

    Ma no, redhat ha il suo mercato ed ora è sempre più concentrata nel mondo della virtualizzazione.

    Per ora red hat può continuare a fare sonni tranquilli. Non direi lo stesso per la microsoft.

  9. Stefano Says:

    @Modesto
    Oracle ora ha: Hardware + Sistemi Operativi da metterci sopra (Linux, Unix) + una tecnologia middleware poderosa (sulla quale si basa, tra le altre, anche il middleware di Red Hat) + virtualizzazione (VirtualBox) + Servizi + Database (MyOracle … l’ariete per spingere, ad ogni livello, tutte le precedenti?) + piattaforme di sviluppo consolidate (anche se queste potrei toglierle dalla lista perchè in termini economici hanno un peso minore). Praticamente ha fatto asso piglia tutto.

    Se prima Sun non riusciva più a vendere nemmeno un server ora lo scenario potrebbe essere soggetto a cambiamenti. Sun MicroSystem era quotata @ Nasdaq come “Java” … Forse puntavano sul nome del marchio che a “recchia”, grazie a sistemi legacy e telefonini, poteva dare un tono ad un titolo che da diverso tempo (anni) era carta straccia? Già da ieri il titolo veniva trattato ad un prezzo superiore del 45% rispetto al prezzo di venerdi. Praticamente il prezzo pagato da Larry Ellison. Averlo saputo?!?! :)

    Stando a guardare l’effettiva volontà di Oracle di indirizzarsi o potenziare una particolare business unit, mi auguro che Red Hat continui comunque come ha sempre fatto. D’altronde, nella sua storia si è sempre affermata in mezzo ai giganti.

    Si … uSoft deve preoccuparsi. Anche se sicuramente in termini di finanza spicciola, è più coperta rispetto a RH.

    In sintesi … non sono un analista ma, come anticipato nel post precedente e come ho letto in giro, l’operazione credo abbia spostato diversi equilibri e che la somma

    Oracle + Sun Microsystem > 2 volte Oracle >> 2 volte Sun

    Credo sia il caso esemplare in cui non vige il principio di sovrapposizione. ;)

    Ciao ciao. :)


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: