Decisioni

20-02-2009

A volte càpitano delle cose… E ti ritrovi a prendere delle decisioni, prima o poi. In generale, io ascolto sempre il “cuore”, quello che mi dice il mio corpo. Finora non ho mai sbagliato. Almeno credo.

E voi? Come prendete le vostre decisioni?
Chiedete ad un amico?
Scrivete in un blog?
Chiudete gli occhi e prendete una decisione?
Vi fissate nello specchio per ore?
Vi mangiate una bella pizza?
Altro?

15 Responses to “Decisioni”

  1. Giacomo Says:

    Mi affido ciecamente a http://www.decisionsdecisions.com/

  2. lollolo Says:

    Io personalmente rifletto parecchio, e a volte faccio anche troppo il pignolo, per i miei gusti…
    Se ne ho la possibilità, ci rifletto anche per ore intere, se invece bisogna cogliere l’attimo, “non ci sto’ a pensar su'” più di tanto…

  3. Andrea Says:

    Di solito ci penso sempre troppo sulle cose… :P

    Secondo me è buona cosa consigliarsi con amico, perchè sentire altri pareri può aiutare a riflettere.

  4. Andrea Says:

    @giacomo non lo conoscevo questo sito, simpatico! :)

  5. fabio Says:

    come lollolo

  6. Marco Says:

    Io prendo le mie decisioni ponderando bene tutti i pro e contro, ragiono con lentezza, giorno dopo giorno metto a fuoco cosa sia meglio per me, al tempo stesso controllo se la situazione generale si sta evolvendo o cambiando in negativo, ascoltando i pareri di tutti, leggo i blog, leggo molti libri sull’argomento che mi interessa, chiedo aiuto in rete e soprattutto tengo ben presente i costi e i benefici che ogni scelta comporta.

    Poi un giorno tornando a casa vedo un’insegna che dice “I PREZZI PIU’ ALTI D’EUROPA” inchiodo con la macchina, parcheggio in doppia fila, entro tutto sudato in un negozio sfigatissimo e con la lingua di fuori urlo : “PRESTO Mi dia la nvidia più strafica che avete!!!”

  7. Stefano Luchetti Says:

    Io sono molto lento e tanto poco rock nel prendere decisioni.

    Ci giro, ci rigiro, ci ripenso, ci rifletto, … mi cago sotto, mi riprendo …

    Questa mia attitude “nel trarre i dadi” nn mi ha consigliato granchè bene

    Allora ho deciso di impormi un’assioma: una decisione deve essere presa in qualche secondo altrimenti non è più una decisione, …è altro!

    Questa è la cosa che sto sperimentando in questo momento della mia vita. Non conosco ancora i risultati. Secondo me la tendenza volgerà verso il più classico dei fifty-fifty. Una volta ci prendo, una volta no, …. come sempre d’altronde. :)

  8. Daniele Gioffré Says:

    Io parlo e mi confronto con piú gente possibile, ogni punto di vista per me é prezioso. In sostanza, io mi faccio un idea e poi cerco qualcuno che me la smonti, se non ci riescono allora vuol dire che l’idea é buona :)

  9. PiloPilo Says:

    C’è scelta e scelta. Per me ce ne sono di due tipi. Una che riguarda solo me (o meglio che eventualmente investe gli altri in maniera molto marginale), l’altra che invece riguarda anche altre persone in maniera pesante. Mi spiego meglio. Se ad esempio mi devo comprare una cosa che tutto sommato non incide più di tanto sul bilancio famigliare, me la compro, semmai ascoltando i pareri di esperti, nel caso sia poco competente in materia. Se si tratta di altre cose, diciamo più importanti, mi consulto sempre prima con la mia famiglia (moglie e figli). Ma credo che, al di la del tipo di scelta, debba essere sempre privilegiato il “cuore”. Perché alla fine è comunque una scelta nostra, anche se fatta coscienziosamente e con tutte le cautele del caso. Sarebbe un vero “stress” se una scelta, condizionata da consigli di altri, si rivelasse del tutto sbagliata. In questo caso, almeno se la decisione presa arriva da una convinzione profonda e personale, avremmo un colpevole, qualcuno a cui sputare in un occhio ogni mattina quando ci guardiamo allo specchio.


  10. quoto completamente @PiloPilo

  11. simone Says:

    Ottimi commenti! Che ne pensate di “blink”, di Malcolm Gladwell?

  12. tbr Says:

    per ogni tipo di decisione penso ci sia un momento diverso di riflessione… ci sono quelle che han bisogno del cuore… e quelle che han bisogno dell’alcool… quelle che vengono da sole e quelle che non arrivano mai…

  13. Marcello Says:

    Istinto quasi sempre.
    Di solito mi rendo conto che non sempre sia la soluzione migliore, ma se rifletto troppo sulle decisioni da prendere finisco per non prenderle affatto o per prenderle a caso.
    Ovviamente mi riferisco a decisioni “di peso” e non a cose più “banali” o che non hanno grandi conseguenze.

    “Follow your instinct, it usually takes you home”

  14. Lorenzo Allegrucci Says:

    Mi faccio sempre 1000 pippe mentali, se proprio devo decidere un cosa importante in poco tempo è come se mi buttassi dal 70° piano di un grattacielo.. inutile mentire, ma spero che un giorno non dovrò più farlo.

  15. massimo Says:

    Il buio e il silenzio mi aiutano, le mie decesioni quelle con la ‘D’ nascono tutte durante la notte,
    e sono quelle che non hanno bisogno di ‘consulenze esterne’, le devo Sentire Mie,
    in queso modo,anche l’errore diventa esperienza positiva e motivo di crescita.

    Per quelle con la ‘d’ va bene tutto, da google all’amico, l’importante e che trovi qualcuno disposto a cuccarsi le colpe

    Poi ci sono le ‘ecisioni’ quelle senza ‘d’, tipo ogni volta che accendo il computer so già a seconda di cosa devo fare se partire con l’entusiasta linux o il buon vecchio xp.

    Anche non decidere è una decisione.


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: