Amsterdam

08-11-2008

Sto per lasciare Amsterdam, ho un treno tra 50 minuti… Se poco poco mi prende lo schiribizzo (come si dice da noi in Umbria), prendo e mi trasferisco. E non perchè sia tutto un paradiso: semplicemente perchè ogni volta che vengo qui mi sento a casa appena respiro la prima boccata d’aria.
Ieri sera (che sarebbe da scrivere un libro solo su ieri sera) ho scoperto che la gran parte delle prostitute del Red Light District sono “schiave”, e non fanno quel lavoro volontariamente. Mi ha “illuminato” Anthony Fountain, fratello di Stiff, un mio caro amico di qui. Anthony lavora Full Time (e gratis) per una charity che si occupa di fermare la schiavitù delle prostitute, e ieri sera, entrambi un po’ brilli, abbiamo lasciato il bar dove Philip (terzo fratello Fountain) stava suonando per farci una camminata nel Red Light District e fare due chiacchiere serie sull’argomento. Grazie, Anthony.

amsterdam

amsterdam

Comunque… Che bello viaggiare. Ogni giorno che passa mi sembra di “crescere” come un mese passato ad Assisi. Fa bene. E il mondo, a parte tutto, è pieno di bellissime persone.

Annunci