Chillispot è un hotspot open source; conoscete dei prodotti alternativi e validi?

Annunci

Piccoli segni di un grande ritardo: mi sto riferendo all’Italia, confrontata col resto d’Europa.
Domenica mattina, due novembre, ho un volo alle 6:00am, destinazione finale Aberdeen.
Ovviamente non ci sono nè treni, nè autobus, che mi permettano di raggiungere l’aeroporto di Fiumicino dalla stazione Termini, o da un altro punto della capitale.
L’alternativa è pagare un taxi, che costa 50-60 euro (più eventuali extra per il notturno). Una spesa eccessiva.

Attenzione, non sto dicendo che i taxi non hanno ragione di esistere: dico solo che dovrebbero offrire un servizio laddove il trasporto pubblico non abbia senso.

A Berlino, tanto per fare un confronto, un giro in taxi verso l’aeroporto (che è leggermente più vicino rispetto a quanto lo sia Fiumicino da Roma) costa dai 25 ai 30 euro (e fin qui, niente di grave, dai), ma soprattutto l’aeroporto è comodamente raggiungibile, a qualsiasi ora del giorno e della notte, con la metropolitana e gli autobus. Ovvio, di notte le tratte sono più diradate, ma ci sono. Con tre euro si fa la festa.
Molte altre capitali europee forniscono servizi simili.

Questo secondo me è un segno importante per chi viaggia: non tanto per la spesa in sè (perchè poi bisognerebbe calcolare anche il costo del cibo, degli alberghi, eccetera), quanto come rispetto per quelli che io considero i “diritti” fondamentali dei viaggiatori, il primo dei quali è: non prendermi in giro e non approfittarti di me solo perchè sono straniero.
Un altro esempio grave? L’aeroporto di Linate: più fonti mi confermano che la tratta della metropolitana verso l’aeroporto è stata fermata da un’azione di lobby dei tassisti. E alla lunga, ovviamente, chi ci rimette è l’intero ecosistema.

Va bè, piccolo “sfogo”… A presto!

Esce oggi su Punto Informatico il mio articolo sulla nuova Ubuntu 8.10… Complice l’ora tarda, e forse una buona dose di rinc…nto senile, ho confuso Hardy Heron con Gutsy Gibbon :)
Fortunatamente la redazione di PI si è sbrigata a correggere!

Pomodori e uova… A me!

Comunque… Brindisi! Ubuntu 8.10 è finalmente arrivata!