Il Problema del Commesso Viaggiatore

21-03-2008

Meglio conosciuto come Traveling Salesman Problem.
Chi di voi non l’ha studiato, e odiato/amato durante le ore passate sui libri di algoritmi?

Ebbene, ecco la soluzione definitiva!!

tsp

(Hat tip a Lorenzo: Buongiornissimoooo!)

Annunci

8 Responses to “Il Problema del Commesso Viaggiatore”

  1. montoya Says:

    Solo una parola: fantastico!!

  2. diegor Says:

    eheheh simpatico! :)

  3. Pablo Moroe Says:

    Sì, è veramente un osso duro questo problema. Ma una volta entrato in testa, non ti abbandona mai.

  4. Valeria Says:

    Ciao!

    Se vuoi conoscere giorno per giorno tutti gli eventi live di gruppi ed artisti che si esibiscono nei locali in Campania visita il mio sito.

    Ecco il link:

    http://campaniae20.wordpress.com/

    Passa per un commento!

    Ciao ciao!

  5. Luca Says:

    Lo manderò a Robert Sedgewick…così non mi scoccia più nei suoi libri…eheh

  6. ubuntista Says:

    Valeria, la smetti di spammare?
    Ma tu guarda la gente…

  7. DnaX Says:

    XD sto seguendo in questo periodo il corso di Algoritmi!

    Troppo bello, ora lo appendo ad ingegneria!

  8. MFP Says:

    Proprio in settimana in un pub l’oste – un maniaco dei rompicapi geometrici giapponesi, indovinelli e quant’altro – voleva convincermi che lui sarebbe riuscito a risolvere il problema… non sono riuscito a spiegargli che non era la torre di hanoi. Assurdo… mi sono sforzato per mezz’ora di spiegare cos’e’ un problema polinomiale non deterministico e faceva facce strane, e si ostinava a non credermi… quando gli ho porto la mano dicendogli che ero pronto a scommettere il culo che non poteva risolverlo senza andare per tentativi, ha accettato l’idea che non potesse risolverlo. Non e’ possibile che un povero cristo per farsi credere debba costantemente scommettere il culo perchè l’interlocutore non riesce a fare 2+2…


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: