Cattivi esempi per un paese sciagurato

03-03-2008

Lo ammetto: sono un tipo strano.
Non vedo TV da dieci e più anni. PER NIENTE.
Sono disinteressato al calcio da oltre quindici anni, e ormai a tutti gli sport televisivi.
(nonostante questo, adoro giocare a basket ogni tanto, o nuotare, o fare trekking)

Fatta questa premessa, ecco il fattaccio: ieri sera ero ad un dopocena con alcuni cari amici, e ho intravisto la “faccenda Cassano“, un giocatore della Sampdoria che, a quanto mi dicono, “rubava motorini”, e non è nuovo a episodi del genere.
Eccolo qui, tronfio e spaccone, mentre insulta l’autorità, la legge, la regola.

cassano

Cassano è un pessimo esempio per tutti noi.
Pessimo per il gioco del calcio, in generale.
Pessimo per i ragazzini, che sono sicuramente più impressionabili di fronte ad episodi del genere.
Pessimo per l’Italia, un paese sciagurato che non è in grado di arginare le prevaricazioni, la violenza, l’illegalità.
Forse il paragone tra illegalità e sfortunati episodi sportivi come questo è un tantino forte… ma secondo me il paragone resta, ed è valido.

Vi prego, non parlatemi della validità o meno dell’espulsione; non parlatemi del fatto che è un giocatore di grande talento. Non è questo il punto. E non ditemi nemmeno che tifate Sampdoria… Non c’entra niente.

Sono triste: cara Italia, mi hai dato un altro valido motivo per andarmene. Temo che sole, mare, buon cibo e “gnocca” non siano più sufficienti.
Siamo un paese pieno di cattivi esempi. Di briganti che infestano il paese e se ne vanno tranquilli con un foglio di via, solo per rientrare il giorno dopo e ricominciare a delinquere.
Di gente che viene arrestata, e che dopo qualche anno senza conseguenze, si ritrova come regalo una bella prescrizione per il crimine commesso.
Di poveri italiani che si ritrovano in un incidente automobilistico con gente che non ha assicurazione, e che non pagherà mai perchè è straniera e perciò tutelata meglio degli italiani.
Occhio, non sono xenofobo: vorrei solo una legge che funzioni, e che venisse rispettata.

Sono triste, perchè non credevo fosse possibile provare sensazioni del genere nei confronti del mio paese natale.
Speriamo che passi.

Advertisements

41 Responses to “Cattivi esempi per un paese sciagurato”

  1. Fabrizio Balliano Says:

    concondo in pieno con ogni parola di questo post

  2. ubuntista Says:

    Buongiorno Fabri!!

  3. Tux7000 Says:

    Ciao Simone,
    sono assolutamente d’accordo con il tuo post. Tu che ne hai la possibilità vai via dall’Italia, non sai quanto sei fortunato…
    Beato te, ti invidio (invidia positiva s’intende) :-)

  4. corrado Says:

    Non sono affatto daccordo!!!

    pur se anche vero che di Cassano nel nostro paese ce ne sono tanti, il nostro paese è ancor oggi simbolo di democrazia, libertà e non per ultimo, di poca violenza.

    Ma ci rendiamo conto di cosa succede intorno a noi??

    Non voglio ricordare certo il medio oriente…o la Cina.
    Ma più vicino ci sono paesi…nazioni e penso alla Russia, dove corruzzione e violenze sono l’ordinario….o più vicino alla Francia dove la tolleranza è prossima allo zero…o (anche se più lontano) all’America, dove oltre agli omicidi di stato (pena di morte), i massacri nelle scuole sono il quotidiano…

    L’italia a mille e più problemi, ma anche noi…facciamo altro oltre a criticare….

    …ma non dovevi andare via già da tempo?

    Corrado

  5. flux Says:

    è anche possibile che l’autorità si faccia surclassare dall’illegalità, ma per i primi secondi, perchè subito dopo la partita al signor cassano doveva essere comminata (vedremo poi cosa farà il giudice sportivo) dalle 6 alle 10 giornate di squalifica visto che, a mio parere ovviamente, cassano ha sempre fatto quello che gli pareva, ora si è spinto oltre umiliando una persona, l’arbitro, e dando un cattivissimo esempio ai tanti giovani che si avvicinano allo sport e non… secondo me andrebbe censurato.

  6. Name (required Says:

    cassano=merda

  7. motumboe Says:

    un valido motivo per andarmene? esagerato… condanno anche io Cassano, sia chiaro (anzi l’ho scritto nel mio blog prima di leggere il tuo post).
    Andartene…però poi dove vuoi andare? Non è mica che altrove son tutte rose e fiori…certo esistono posti migliori di altri, questo è indiscutibile, però certi discorsi io li trovo un po’ tanto qualunquistici.
    Cordialmente ma anche schiettamente,
    motumboe

  8. Marco Cimmino Says:

    > pur se anche vero che di Cassano nel nostro paese ce ne sono tanti, il nostro paese è ancor oggi simbolo di democrazia, libertà e non per ultimo, di poca violenza.

    mi sa che ti sei addormentato da almeno 7-8 anni, ora in Italia ci sono:
    – leggi ad personam o ad partitum
    – magistrati spostati se indagano su politici
    – pochi giornalisti seri censurati del tutto

    mi sa che e’ per questo che l’Italia va’ a rotoli, la gente guarda il calcio e pensa che l’Italia sia ancora in democrazia, ma questo e’ falso!

  9. corrado Says:

    …non ho detto che viviamo in un paese perfetto…

    ma tu riesci a vedere fuori dal tuo angolino???

    hai visto cosa è successo proprio ieri in Russia???….o quello che succede in Cina????…. pensi che l’America abbia invaso l’Iraq per le armi di distruggione di massa????….e dimmi credi anche tu che Bin Laden abbia fatto cadere le torri gemelli????

    L’Italia và a rotoli anche per colpa nostra….i vari Mastella….Casini….i vari Veltroni…Bassolini…per non citare il nano pelato e tutti i fascisti che gli girano intorno….li abbiamo messi noi nei palazzi…..e adesso sono ancora li a chiedere i nostri consensi…

    se vogliamo raddrizzare il nostro splendido paese….facciamo qualcosa….e non solo parole e critiche….

    o fuggire via….

  10. Latox Says:

    Che Cassano sia un’ignorante questo lo si sapeva già da tempo..questa ne è solamente l’ennesimo esempio.
    Poteva essere un Del Piero o un Baggio invece è solamente un poveretto che ha buttato all’aria un talento che la maggiorparte degli Italiani l’avrebbe usato per essere una persona vincente.

    L’Italia non penso che sia un paese dove si viva bene, soprattutto non è un paese dove vige la giustizia.
    Basti pensare all’indulto..stupratori e pedofili lasciati liberi..mah..
    Ultima legge passata da qualche giorno..”al primo piano di ogni palazzina dovranno essere messe le inferiate alle finestre o alle porte finestre”.
    Questa la dice lunga su quanto siamo protetti..

    A Ottobre sono stato da dei miei amici ad Amsterdam per una settimana. La prima sera mi hanno detto di fare attenzione perchè Amsterdam è pericolosa la notte..
    Bene, dopo un settimana di nottate ad Amsterdam posso dire che fa moooolto più paura Bologna alle 21:00.

    Poi ognuno è libero di dire quello che vuole, anche che l’Italia è la prima potenza mondiale dove vive la giustizia ma ai miei occhi siamo solo un paese in decadenza..soprattutto per quanto riguarda la giustizia.

  11. Spinoza Says:

    Quando l’autorità sbaglia, è giusto contestarla. E a quanto pare Cassano era stato espulso per un fatto che non aveva commesso. Se non si fosse arrabbiato il caso non sarebbe nato e quell’arbitro incompetente continuerebbe ad impestare i campi di calcio. Bravo Cassano!

  12. corrado Says:

    “Spinoza Says:
    03-03-2008 at 13:51
    Quando l’autorità sbaglia, è giusto contestarla. E a quanto pare Cassano era stato espulso per un fatto che non aveva commesso. Se non si fosse arrabbiato il caso non sarebbe nato e quell’arbitro incompetente continuerebbe ad impestare i campi di calcio. Bravo Cassano!”

    oltre l’indulto…stupratori e pedofilici, condonati etc. etc…metterei anche persone come queste….

    non ho parole…

  13. os3ga Says:

    D’accordo tranne che la frase:
    “…mi hai dato un altro valido motivo per andarmene”
    dovrebbe essere
    “…mi hai dato un altro valido motivo per NON andarmene”

    Se vuoi uscire e hai motivazioni vai tranquillo.
    Ma non cercare giustificazioni.

  14. ubuntista Says:

    os3ga: come mai dovrebbe essere un motivo per NON andarmene?

    corrado: sono libero di reagire in due modi, il primo è cercando di cambiare le cose, il secondo è cercando un posto migliore. Non mi ritengo nè vile, nè sbagliato, se scelgo il secondo (dopo aver scelto diverse volte il primo, senza successo).

  15. corrado Says:

    pienamente daccordo di agire come meglio credi…

    volevo solo farti riflettere sul fatto che anche se viviamo nel paese di “porta a porta”…della chiesa e del nano pelato….
    siamo noi e solo noi che dobbiamo fare qualcosa…

    ho tre figlie….è il pensiero che non abbiano un futuro “normale” nella nostra Italia mi fa rabbia!!!

    Non facciamo chiacchiere…..cominciamo a non votare!

    con simpatia

  16. slystone Says:

    c’era la mitica battuta: lo sai perché Cassano ha la faccia tutta bucherellata? perchè non ha ancora imparato a mangiare con la forchetta.

  17. nicomede Says:

    Il fatto che Cassano rubasse motorino non vedo cosa c’entri, è cresciuto a Bari Vecchia, non so se hai presente…
    Certo, le origini non giustificano gli atti che ha compiuto, ma certo non agevolano a percorrere la “retta via”.
    E, soprattutto, sono cose del passato che a mio giudizio andrebbero dimenticate, non possono divenire un onta nei secoli dei secoli.
    I concetti di “autorità, legge e regola” sono sicuramente importanti, ma in questo caso si parla di arbitri, dello scandalo calciopoli, dei molteplici errori arbitrali. Insomma, gli elementi per “onorare e santificare” l’autorita mi pare che manchino.
    Per il resto concordo con te, e terrei a precisare che sono tifoso del Lecce, non del Bari…

  18. ubuntista Says:

    nicomede: non volevo tirare in ballo il passato di Cassano perchè vada messo sul piatto della bilancia; semmai, per corroborare il fatto che “il lupo ha perso il pelo ma non il vizio”, nel suo caso.

  19. Salvatore Says:

    Caro Simone, oggi sei sceso, e di molto nella mia considerazione. Il tuo post prende spunto da un “caso umano” discutibile quanto si vuole, per condirlo con una serie di considerazione di vuota retorica sulla sicurezza e sugli immigrati. Conclusione: faccio bene ad andarmene da questo paese dimmerda (sintetizzando). Ognuno è libero delle sue scelte, ma permettimi di dissentire da certi ragionamenti, e credimi, a ragion veduta. Ho vissuto venti anni (e ne ho trentotto) a Bruxelles, Belgio, confinante con il Lussemburgo (tua prossima meta) e i problemi che ti poni tu ora (e come te tanti italiani), lì in Belgio, ma anche in Francia, in Germania (complicato anche dalla riunificazione) e in Inghilterra, solo per citare i maggiori paesi europei, questi problemi esistono da decenni, ma ci si confronta in maniera diversa. Le banlieues francesi, il Vlaams Block razzista xenofobo con la maggioranza relativa nelle Fiandre, episodi di violenza e di intolleranza in Germania, ecc…. Lo volete capire che questi problemi sono transnazionali? L’Italia ha certamente i sui vizi e problemi endemici, ma non possiamo rassegnarci ad abbassare le braccia. Individualmente poi ognuno fa le sue scelte, e non sarò certo io, figlio di emigranti, a condannarti. Ma permettimi un’ultima volta: la vuota retorica risparmiacela. In simpatia. Salvatore A.

  20. corrado Says:

    …credo che Salvatori abbia espresso in maniera diversa quello che da stamani sto cercando di dire anche io

    Corrado

  21. Piplos Says:

    Concordo in toto con il post…

  22. gp42 Says:

    Simone, potrei darti ragione sulla situazione in generale dell’Italia. Ma come è già stato detto non siamo gli unici nel mondo…e forse tirando le somme, *sotto questo punto di vista*, stiamo messo molto meglio rispetto ad altri paesi *civili e democratici*. I problemi in Italia sono ben altri…politici, strutturali ed innovativi…passando per l’emergenza rifiuti fino all’impossibilità di fare qualcosa di nuovo perché siamo quelli che per mettere la TV a colori abbiamo dovuto fare una interrogazione parlamentare, messa ai voti e con tanto di aspro dibattito al limite di una crisi di governo.

    Circa Cassano,
    comportamento deplorevole ma reazione spropositata da parte di tutti nei SUOI confronti…perché ci sono stati atti ben più gravi ed altrettanti campioni in Italia e non hanno fatto gesti ben più gravi di questi e non sono stati così umiliati come lo si sta facendo a Cassano, il quale ha solo la colpa di non essere istruito ed ignorante (non nel senso dispregiativo del termine). Dobbiamo essere tutti noi a vergognarci di come prima osanniamo una persona e poi la buttiamo così in basso senza nemmeno prendere atto che si è immediatamente scusato ed umiliato. Basta adesso, si è assunto le responsabilità (dove magari in politica c’è gente ben più elevata culturalmente che non lo fa) ed avrà la commisurata bene. Basta facili linciaggi.
    Allora che dire di Totti che sputa in faccia? Non è più un campione? Cantonà che diete un calcio volante ad un tifoso? E quanti altri casi ancora potrei citare? Spintoni agli arbitri? Quante parole non proprio educate si rivolgono in campo?
    Non sto qui difendendo il comportamento *deplorevole* ma il linciaggio ingiusto che gli si sta scagliando contro.

    Ahhh…non venitemi a parlare di Inghilterra…che se è vero che negli stadi non succede nulla perché *se la fanno sotto per le GIUSTE sanzioni*, poi si raduno in luoghi appartati per fare il loro *terzo tempo* con tanto di ricoveri in ospedale…o quando vanno fuori dalla propria nazione?

    Come si vede il problema sociale non è solo italiano ma se mai in Italia il vero problema è quello strutturale, organizzativo e politico che impedisce appunto che si prendano, per dirne una come esempio, provvedimenti come quelli che ci sono negli stadi Inglesi.

    Se io mi devo vergognare di essere Italiano in un paese dove non si vendono armi, ragazzi non fanno stragi a scuola perché moralmente depressi e repressi, dove un uomo di colore non viene pestato, dove c’è libertà di culto senza essere discriminato, dove gli immigrati vengono comunque accolti e se rimandati indietro vengono trattati umanamente e curati, dove ci sta gente che si dedica al prossimo molto più che in altre nazioni, un dei paesi più umanamente generosi al mondo…NO, per questo non devo vergognarmi.

    gp

  23. vitaliano82 Says:

    caro simone, sono anch’io un ragazzo nato nel 1982 e anch’io sono nato a bari.
    questi sono gli unici due punti in comune con antonio cassano. Io ho avuto la fortuna di avere una famiglia, un padre, antonio no.
    antonio ha dovuto imparare da subito cosa significasse la “fame” e l’unica cosa che lo ha salvato è stato l’enorme talento pallonaro che si è ritrovato.
    antonio è esploso a 17 anni in una serata contro l’inter e a quell’età hanno incominciato a riempirlo di attenzioni mediatiche ed anche di soldi.
    tanta gente molto interessata ha cominciato a girargli intorno.
    non voglio certo giustificarlo, perchè quello che ha fatto ieri, non ha scuse.
    ma prendere un atto di maleducazione sconsiderato e farlo l’emblema di tutti i mali italici mi sembra quantomeno esagerato.

    ps antonio è cresciuto a bari vecchia, ma nonostante ciò sono leggende sia gli scippi con il vespino che i furti di motorino. perlomeno evitiamo di parlare con frasi fatte e luoghi comuni.

    vitaliano
    http://yellowcar.wordpress.com

  24. ubuntista Says:

    Ciao, commenti molto interessanti, leggete la mia lunga ma sentita risposta!

    Salvatore: ripeto, non sono xenofobo, nè tantomeno razzista; critico il fatto che, essendo qui da noi facile scamparla per un reato, attiriamo la delinquenza di mezza europa, e quello che un tempo era una “isola felice”, ovvero l’Italia, si sta trasformando in qualcosa di ben peggiore.
    E’ vero, sto per andare in Lussemburgo, ma non so cosa troverò… è anche vero che il Lussemburgo è una “tappa intermedia”, di 2-3-4 anni, al termine di cui potrò sicuramente andare in un posto che più mi aggrada, e soprattutto con più sole.
    Rimane il fatto che in altri paesi cercano di far rispettare le leggi più che in Italia, questo non puoi negarmelo. Poi, giustamente, alcuni fenomeni sono più diffusi all’estero, e quindi i problemi restano, nonostante il “rigore” delle forze dell’ordine e/o delle leggi.

    gp42: non vedo calcio da tanto tempo, non conosco altri episodi, e certamente ce ne sono di peggiori (penso a Zidane che, dopo una testata, è stato nominato ugualmente miglior giocatore).
    Inoltre, non ho detto che in Italia dobbiamo solo vergognarci… anzi. Sono convinto che siamo gente “brava”, molto più di altri, e che abbiamo tutto il potenziale per avere un paese civile.

    vitaliano82: se le storie su Cassano non sono vere, mi scuso con te e con i lettori; alcune persone me le hanno passate per vere, e io mi sono fidato.
    Stai allargando il problema Cassano, cosa che ci porterebbe lontani dall’argomento del post. Conosco Bari vecchia, e Taranto vecchia, conosco Roma e alcune sue zone malfamate, conosco alcuni ghetti di Los Angeles e il Bronx di New York. Non sono un uomo “di strada”, avendo avuto la grande fortuna di nascere in una famiglia non povera, ma riesco in un qualche modo a capire certe situazioni.
    Sono felice che Cassano sia riuscito ad emergere, nonostante la “partenza” infelice.
    Quello che dico io riguarda altro: Cassano, o chiunque altro si comporti in tale maniera, non merita di giocare a calcio, o perlomeno merita sanzioni molto severe.
    Certi esempi non devono esistere.
    Spero che ora sia più chiaro.

    Cmq, grazie a tutti per la grande educazione nel parlare di questo argomento. Ad essere sincero, mi aspettavo qualcosa di peggio (sai, tifosi incavolati, eccetera), e quindi… complimenti :-)


  25. Ciao, concordo pienamente il tuo post.
    Sto cercando di fare il mio meglio sia con gli esempi che anche impegnandomi per portare un po’ di fresco e di correttezza nei posti in cui si decide il futuro della nostra cara Italia.
    Spero di entrare e di riuscire a portare il rispetto, la meritocrazie e la certezza delle regole.


  26. […] Cattivi esempi per un paese sciagurato […]

  27. Matteo Says:

    Italiano per sempre e Italia per sempre nel male e bel bene in salute e in malattia in ricchezza e in povertà. Io sono italiano e morirò con l’italia se necessario.

  28. sagraballo Says:

    Come fai a non guardare la tv da 10 anni ^^”

    Non sai che fantastiche serie tv ti perdi e per lo sport io, un’ochiata alla NFL l’anno prossimo ce la darei :-)

  29. ubuntista Says:

    Beh, non sai quante bellissime cose da fare ci sono, nella vita, se uno riguadagna il proprio tempo non guardando la TV :-)

    Cmq qualche film in DVD ogni tanto me lo vedo!

  30. giolock Says:

    Hai proprio ragione, anche io guardo la tv il meno possibile e il calcio non lo sopporto proprio.

  31. Giuliastro Says:

    Tempo fa anche io la pensavo cosi’. Ma alla fine ogi ritengo che il mondo sia bello proprio perche’ vario. Ci sono alcuni personaggi che proprio non possono rispettare le regole, alcuni di questi le infrangono altri ne creano di nuove ed e’ grazie a loro che il mondo cambia e si rinnova.

    Cassano ha avuto la sciagurata idea di fare una scenata di fronte a tante tante persone che non si aspettavano altro da lui. Non e’ stato violento come dici, neppure verbalmente. Il suo insulto piu’ pesante e’ stato il “vaff..” e per questo paghera’ giustamente le conseguenze. Dall’altro lato e’ decisamente meglio avere la possibilita’ di godere di un campione del genere e dover sopportare le sue scenate che l’inverso. Meglio il genio e la sregolatezza alla monotonia, di piattezza c’e’ pieno il mondo.. di geni purtroppo pochi.

    E non paragoniamo questo spettacolo alla delinquenza, agli omicidi, o all’illegalita’ perche’ proprio non c’entra nulla. Cassano un cattivo esempio? Mi piacerebbe farti tornare indietro nel tempo, toglierti i soldi per l’universita’, educarti come un animale nei sobborghi di Bari e vederti trasformare nel cattivo esempio di cui parli.
    I cattivi esempi, credimi, sono altri.

  32. ubuntista Says:

    Giuliastro, non ho mai detto che Cassano abbia avuto una adolescenza facile. Ma non è questo il punto.

    Se giustifichiamo ogni comportamento con sofferenze infantili o torti subiti, allora tutti si possono sgozzare a vicenda e nessuno è colpevole.

  33. vitaliano82 Says:

    scusami ma da fare una scenata riprovevole a sgozzare ce ne passa…
    io sono d’accordo quando parli (male) della situazione della società italiana con indulti, mancata sicurezza ed incertezza della pena, ma secondo me sbagli (alla grande) volendo trovare un’associazione tra cassano e i problemi dell’Italia.
    tanto per farti un esempio di scene poco edificabile (anche peggiori di quelle di cassano) nello sport ce ne sono state a bizzeffe come per esempio mcenroe nel tennis…

  34. michele Says:

    Premetto di essere di Bari e quindi Cassano è di casa. Sono d’accordo con te in tutto, ma vorrei comunque dire che Cassano viene dalla povertà, quella vera. E quando un ragazzino di 18 anni passa dalla fame ai milioni penso che diventi difficile gestire questo cambio di vita non producendo atti osceni come quelli che fa lui!


  35. Non sei da solo a vergognarti dell’italia.
    Non so quanti anni tu abbia, ma se vuoi andare via da questo paese di merda, hai tutta la mia comprensione.
    Io sono troppo vecchio per farlo, ma se avessi ancora trent’anni, avrei il mio bravo biglietto di sola andata.

    Ciao e buona fortuna :-)

  36. njin Says:

    Mi spiace che gnocca buon cibo mare ed amici non bastino piu’ a trattenerti, ma non dare la colpa alle cose brutte del nostro paese perche l’italia e’ anche un bel paese.
    Buona forturna!

  37. ubuntista Says:

    njin: mi dispiace anche solo il pensare di lasciare l’Italia proprio perchè sono innamorato della mia patria.
    Questo però non significa che non si debba guardare la realtà delle cose e decidere in base a ciò che si cerca nella vita.

    Non voglio dare “colpe” per eventuali mie scelte… ho voluto solo sottolineare come la situazione sia negativa e in via di peggioramento.
    Peccato.

  38. davide Says:

    ma ci voleva cassano x farti andare via dall’italia? spero tu sia già partito xk nessuno ha bisogno di gente k fugge davanti a questo tipo di problema.. vai a fare l’infanzia di antonio e poi fammi sapere genio

  39. francesca Says:

    hai detto bene.Non sai niente di calcio percui che cavolo SPARL???
    Cassano è secondo me il più bravo giocatore,lui dice le cose IN FACCIA e non ha paura delle conseguenze.
    Nons ai un cazzo su cassano percui se proprio vuoi capire QUALCOSINA di lui,leggiti “dico tutto”,il suo libro.
    L’episodio di cui parli tu è stata la sua prima cassanata alla samp,Pierpaoli l’aveva cacciato via per un fallo che NON C’ERA.
    Cassano è il miglior esempio di calciatore in italia,se non nel mondo.
    E tu taci.

  40. Valerio Says:

    e allora rimanitene all’estero..
    non c’è niente di peggio di chi rinnega le proprie origini..
    come quelli che vengono a vivere in italia e poi ci criticano..
    ma statevene a casa vostra..

  41. funkysam Says:

    le cazzate da ragazzo le fa chiunque,Cassano rappresenta noi giovani,Cassano è un grande!


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: