Dear Sergey, include Italy in the Android Contest

15-11-2007

Lettera aperta a Sergey Brin, uno dei due fondatori di Google (sotto la traduzione in italiano):
[DIGG THIS, thanks!]

Dear Mr. Sergey Brin,
I greatly esteem what you accomplished in less than ten years, with Google.

sergey brin

I’m really impressed by Android (your open mobile phone platform), and I believe that your open initiative will bring more users to the online business, greatly increasing Google’s revenues in a way that is “not evil”, as your motto goes.

I’m very concerned that Italy is excluded from the Android Contest, a great idea which will reward the most successful Android application with a 10 million dollars jackpot. Unfortunately, italian laws require a great effort to offer prizes for such kind of things. I’m sure this is the main reason for the lack of “summer of code” writers from Italy, too.

I’m asking you to reconsider this, and do what you can to include Italy in the contest, and the reason is simple: Italy is a unique and precious place, and italians are talented and effective. Remember when you went to school and loved it because of Maria Montessori? And what about Leonardo Da Vinci, probably the greatest scientist and artist of all times? And, talking to Google’s shareholders, remember that Italy has more cell phones than citizens: it is an important market for a mobile platform.

I strongly believe that the italian economy, and the pride of our nation, would benefit from the inclusion in the Android Contest.

I hope that this message will be delivered to you, and I hope that readers will tam-tam this message all around internet.

Thanks for listening.
And… don’t be evil :-)

Simone Brunozzi
simone do0t brunozzi hat gmail do0t coooom

[DIGG THIS, thanks!]

UPDATE: Stefano Hesse (Google Italy) told me that they’re working on it to include Italy. I cross my fingers.

ITALIAN TRANSLATION:

Gentile signor Sergey Brin,
stimo moltissimo ciò che Lei ha realizzato in meno di dieci anni, con Google.

Sono molto impressionato da Android (la vostra piattaforma aperta per dispositivi mobili), e credo che tale vostra iniziativa porterà nuovi utenti nel business online, aumentando consistentemente i guadagni di Google in una maniera “non cattiva”, come recita il vostro motto.

Sono molto preoccupato del fatto che l’Italia sia stata esclusa dal Concorso di Android, una grande idea che ricompenserà le applicazioni migliori per Android con un montepremi di dieci milioni di dollari. Sfortunatamente, le leggi italiane chiedono molto impegno per poter offrire tali generi di premi. Sono sicuro che questa è anche la ragione principale per cui ci sia carenza di partecipanti italiani al “summer of code” di Google.

Le chiedo di ripensarci, e fare ciò che è in suo potere per includere l’Italia nel concorso, e la ragione è semplice: l’Italia è un posto unico e prezioso, e gli italiani sono produttivi e in gamba. Si ricorda quando lei andava a scuola, e le piaceva grazie a ciò che Maria Montessori ha realizzato? E che dire di Leonardo Da Vinci, forse il più grande scienziato e artista di tutti i tempi? E, parlando direttamente agli azionisti di Google, ricordiamoci che l’Italia ha più cellulari che abitanti: è un mercato importante per una piattaforma per dispositivi mobili.

Credo fermamente che l’economia italiana, e la fierezza della nostra nazione, beneficierebbero dall’inclusione nel concorso di Android.

Spero che questo messaggio le sarà recapitato, e spero che i lettori faranno rimbalzare questo messaggio in Internet.

Grazie per l’ascolto.

E… Non sia cattivo :-)

Simone Brunozzi
simone do0t brunozzi hat gmail do0t coooom

UPDATE: Stefano Hesse (Google Italia) mi segnala che stanno alacremente lavorando per includere anche l’Italia. Incrocio le dita.

Annunci

23 Responses to “Dear Sergey, include Italy in the Android Contest”

  1. Andrea Says:

    Forse le richieste dello stato italiano richiedono molto di più di quella “great effort” di cui parli, almeno da quello che si legge qui: http://www.appuntidigitali.it/311/niente-concorso-android-in-italia/

    Ciao
    Andrea

  2. ubuntista Says:

    La volontà smuove le montagne!


  3. […] BeeSeek, FOSS, Google, News, Off-topic, Pensieri in libertà Simone Brunozzi mi segnala una sua lettera a perta a Sergey Brin per evitare che l’Italia rimanga esclusa dalla competizione indetta da Google a proposito […]


  4. […] un bel ctrl+c, ctrl+v l’appiccio quà sotto…cmq consiglio la visita alla lettera originale. Diffonde e […]

  5. diegor Says:

    diggato


  6. […] Ovviamente è uno scempio che L’italia non possa partecipare e dare il suo contributo ad un progetto che punta ad affermarsi nel campo della telefonia mobile , basti solo pensare che noi italiani siamo uno dei paesi con il maggior numero di telefonini in Europa : Per questo motivo Simone Brunozzi ( spero lo conosciate tutti , per chi non lo conosce questo è il suo blog ) ha cercato di smuovere le acque con una mail indirizzata a Sergey Brin.  Mail di Simone Brunozzi a Google […]


  7. Oggi leggevo questo: http://www.attivitaproduttive.gov.it/pdf_upload/documenti/phpqqK01W.pdf alla voce “Le esclusioni (art. 6) nella seconda pagina, il primo punto. Qualcuno mi spiega perché un premio simile non “rientra tra i concorsi per la produzione di opere scientifiche, nei quali il conferimento del premio ha carattere di corrispettivo di prestazione d’opera o rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo d’incoraggiamento
    nell’interesse della collettività”?


  8. Di Pietro mi ha pubblicato una lettera sull’argomento sul suo blog:
    http://cubelogic.org/act/di-pietro-android-e-le-startup.html


  9. Aggiungo anche: non credo Google sia “evil” in questo caso. ;-) Non dimentichiamoci che TUTTI i Paesi del mondo possono parteciparvi (eccetto alcuni per motivi politici).
    Di fronte agli ostacoli posti dallo stato Italiano, è sensato evitare la immane trafila burocratica, che include richieste veramente assurde (per chi è interessato, l’elenco completo è sul mio blog :
    http://cubelogic.org/act/litaglia-scartata-da-google-o-litaglia-il-paese-anti-startup.html )


  10. […] la lettera intera vi lascio al suo post dove avete il dovere di diggare la […]

  11. lopinsjk Says:

    grande Simone


  12. […] più importante, la blogosfera si muove: Ubuntista scrive a Sergey Brin spingendolo a riflettere – e dunque a pressare lo staff legale italiano a darsi una mossa, ci […]

  13. psychomantum Says:

    simone a te defono farti presidente del consiglio cavolo :D

  14. Rillo Says:

    Sembrerò antipatico, ma credo che la legge italiana in questione ci protegga da promozioni fasulle e da concorsi truffaldini. In passato c’erano moltissimi concorsi a premi in denaro, ora sono quasi scomparsi.
    E poi, se leggete le motivazioni che hanno portato G. alla decisione, vedete che non si tratta di problemi insormontabili, di certo non per G.

  15. Guido Scorza Says:

    Speriamo che i nostri sforzi valgano a far tornare il gigante sui suoi passi. Come ho scritto qualche giorno fa (http://www.guidoscorza.it/?p=194) , in questo caso la burocrazia italiana c’entra poco. Forse, tuttavia, è anche peggio: il solo timore della burocrazia italiana è valsa a scoraggiare Google dal lanciare l’iniziativa in Italia e dall’approfondire il problema in termini giuridici.
    Credo, lo ripeto, che nulla osti allo svolgimento del concorso Android in Italia.


  16. […] Some say that’s about prevent fake prices never gave sharpen the laws in force, some others wrote an open letter to Sergej Brin to include Italy in the […]

  17. nodelay Says:

    ….Some say that’s about prevent fake prices never gave sharpen the laws in force, some others wrote an open letter to Sergej Brin to include Italy in the competition…..

  18. Ghisa Says:

    Pessima la puntata su Leonardo da Vinci.
    Senza voler offendere nessuno, la ritengo patetica.
    Edmondo insegna :)

    Per il resto, continua così!
    Ciao
    Ghisa


  19. Va fatto notare che se la legge italiano non lo permette, perché mal fatta, questa va portata all’attenzione di molti, affinché si dia un segnale a chi ci governa in modo tale di adeguarla.

    Dopo questa buona premessa,
    in italia non abbiamo politici in grado di capire il fenomeno e mettere le mani su una legge che gestisca in
    modo trasparente internet e le sue discipline,
    basta guardare la porcata della legge LEVI-PRODI,
    con la quale stanno portando l’italia ad un regime di
    restrizione che assomiglia molto a quello cinese.

    by Enzo
    http://thefoxii.blogspot.com


  20. BTW
    and from where did you find email of Mr. Brin?
    or it is an open letter? (I could not understand first 2 lines in Italian as unfortunately I don’t understand it)

  21. Aladark Says:

    @اپاتان: It is an open letter ;)

  22. vaquerito Says:

    cioe’ siamo nel 2007 a parlare di software per cellulari con una delle compagnie piu ‘avanti’ nel mondo, siamo estromessi da una competizione mondiale per leggi create ad hoc per arginare i truffaldini nostrani e questo gli dice ‘ma su, ci ripensi, troviamo un modo, noi siamo quelli buoni si ricorda? italiani brava gente…’ io trovo imbarazzante e grottesco che abbia dovuto scomodare leonardo…


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: