Eva, la segretaria virtuale

16-09-2007

Eva, la segretaria virtuale: ora non conviene più assumere una persona, ti costa troppo. Meglio usare Eva, la tua segretaria virtuale, che ti costa 27 euro al mese di canone (se la compri per un anno, sennò sono 40 euro al mese), e 0,80 euro al minuto, ovvero 48 euro l’ora, ovvero molto più di una segretaria normale. Tra l’altro, da pagare anticipati.
A me qualcosa non torna… mi sa che Eva non è quella virtuale, è quella di Adamo… ovvero siamo ancora all’età della pietra.
Ma come si fa ad offrire servizi così stupidamente costosi? E mi chiedo: chi glieli compra?

Beh, intanto, eccovi un po’ di sana antipubblicità.

Annunci

7 Responses to “Eva, la segretaria virtuale”


  1. Li comprano i gonzi, ma soprattutto quelli che non vogliono assumere per non dover licenziare/pagare la maternità/ferie ecc… e poi si lamentano che i giovani a 30 anni non escono ancora di casa, che nessuno compra più i loro prodotti, che vogliono fare tutti l’università…

  2. diegor Says:

    Ma fa anche i po****i virtuali? :)

  3. Fabrizio Says:

    Sono d’accordo con sleepingcreep…non è vero che costa di più di una segretaria reale, anzi. considerato tutto è un bel pò in meno…poi questa la puoi licenziare quando vuoi.
    E’ un mondo difficile, ragazzi…troppo!!!

  4. ubuntista Says:

    sleepingcreep e Fabrizio: rimane il fatto che costa TROPPO (in proporzione).

  5. Barra Says:

    Non credo che costi troppo. Questa soluzione è pensata x le piccole attività dove magari arriva 1 telefonata al gg, dove il titolare (o i 2 soci) fanno tutto con i cellulari ma le rare volte che non sono raggiunbibili hanno cmq bisogno di 1 punto di riferimento.

    X il discorso del non voler assumere dipendenti:
    io avevo assunto 2 persone. X riuscire a lasciarli a casa sono stato costretto a chiudere l’ufficio. la prima passava le giornate su msn. Doveva chiamare clienti x fissare appuntamenti e non c’era mai nessuno. Venivano clienti in ufficio e non trovava le buste che le avevo lasciato sulla scrivania con il nome delle persone. Passava le giornate su msn alla faccia mia. La seconda persona era 1 tecnico: 4 volte è andato in ferie x trovare la sua ragazza (da modena in sicilia) e 4 volte mi ha fatto avere 1 certificato medico e si è fatto 1 settimana di malattia giu! E’ perchè esistono troppe persone del genere che nessuno vuole assumere.

  6. Daniela Says:

    Ubuntista ha ragione nel dire che 48 euro l’ora sono tante, ma perde d’occhio un particolare cardinale: una segretaria vera si paga un tot all’ora moltiplicato il numero di ore (per cui una giornata di 8 ore pagata a 15 euro/ora costerebbe 120 euro), mentre il servizio di segretaria remotizzata si paga “a consumo”: se risponde a 10 chiamate al giorno, e per ogni risposta impiega 3 minuti, l’importo a fine giornata è di 30 euro. Se poi una certo giorno arriva una sola chiamata, con 3 euro è fatta! Una bella differenza.
    Barra nota, e fa bene, che un piccolo studio professionale, un avvocato alle prime armi, un agente commerciale, sono tutte realtà per le quali mantenere una segretaria a tempo pieno sarebbe un costo sproporzionato. Le poche telefonate al giorno possono invece essere smaltite ad una cifra assai inferiore da un servizio di segreteria virtuale. Fra l’altro esiste la possibilità di inoltrare la chiamata al cellulare senza alcuna spesa aggiuntiva: in pratica il tempo/segretaria che viene pagato al giorno è veramente minimo, a fronte di una risposta pronta e assicurata 24 ore su 24, 7 giorni su 7.


  7. Sono il “papà” di Eva ho diritto di replica????

    Vorrei dire a sleepingcreep che Eva è formata da persone in carne ed ossa regolarmente assunte a tempo indeterminato. Le EVE sono professioniste realizzate e si guadagnano in allegria.

    A Ubunista vorrei dire qualcuno fortunatamente sa fare i conti meglio di lui. Mediamente che sappia 2 lingue stranier costa (tutto compreso) circa 35.000 e lavora le classiche 1700 ore. Fra entrata, uscita, sigaretta, pipi e qualche altra cosuccia se una segretaria è bravissima riesce a lavorare 3/4 del tempo di presenza. Ma in pratica calibrare il lavoro affinchè una persona sia sempre occupata è impossibile. Quindi se ci mettiamo un po’ di tempi morti siamo ad un costo per minuto effettivamente lavorato che supera i 50 €cents. Chi usa Eva con una certa frequenza paga 0,60. Ma eva c’è sempre di giorno, di notte e anche a Natale. Quale segretaria fa altrettanto?

    A Barra e a Fabrizio dico : grazie per aver capito!

    Diegor merita di essere rassicurato. Li fanno li fanno ma non a tutti i clienti solo agli amici.


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: