Wikicity: ROMA

31-08-2007

Apprendo del progetto Wikicity Rome, ideato al MIT di Boston.

L’aumento vertiginoso dei sensori e dei dispositivi elettronici (cellulari, ad esempio, o GPS, Router wireless, eccetera) permette uno studio “in tempo reale” di come la città si muove, e di come si trasforma.

wiki-city-rome

Sono convinto che, a saper leggere BENE i dati, se ne ricavano diverse cose interessanti, forse utili per pianificare futuri interventi.

5 Responses to “Wikicity: ROMA”

  1. Blackjack Says:

    Forse, ma solo forse, persino troppo utili… sarà perché ho la fissazione – perdente – della privacy.

    Blackjack.

  2. ubuntista Says:

    sono dati anonimi, mi sembra.
    In caso contrario, condivido con te i timori.

  3. Blackjack Says:

    Perché, esistono dati privati? :-)

    Blackjack.

  4. MS Says:

    Dal punto di vista della mobilità vi assicuro che già adesso moltissimo stanno facendo. Sia le università che società private (tipo Atac) stanno sviluppando piani di mobilità basati proprio sull’utilizzo dei GPS in funzione del tempo all’interno dei mezzi pubblici, con l’obiettivo di minimizzare i tempi di ciclo, massimizzando i benefici.
    Per quanto riguarda la privacy, stai tranquillo che non esiste, una volta che sei uscito di casa ogni grande città è piena di telecamere che non fanno altro che osservarti, ciò può essere un male,ma anche un bene…


I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: