Avevo già sentito parlare di questo libro, e oggi ne parla anche Scobleizer nel suo blog.
Il libro, scritto da Timothy Ferriss, si chiama “The Four Hour WorkWeek“, e in sostanza parla di godersi la vita lavorando solo poche ore a settimana. Sembra utopico, e infatti lo è… quasi.

[podtech content=http://media1.podtech.net/media/2007/06/PID_011484/Podtech_TimFerriss.flv&postURL=http://www.podtech.net/scobleshow/technology/1518/work-only-four-hours-a-week-with-tim-ferriss&totalTime=3022000&breadcrumb=none]

Diciamo che molti dei consigli che si leggono nel libro sono pratici ma quasi ovvii… A volte però ci sono delle “chicche” interessanti.
Sicuramente è da leggere, non fosse altro per toglierci dalla testa che lavorando di più si è più felici.
Smettete di comprarvi queste cazzo di BMW cabrio, lavorate di meno con una Fiat Punto, e godetevi la vita! :-D

Annunci

Touchscreen con XGL

02-06-2007

Semplicemente fantastico… Touchscreen con XGL.

touchscreen_xgl

Google Reader

02-06-2007

Sto usando da alcuni giorni Google Reader, e credo che la mia ricerca di un RSS Reader perfetto sia terminata.
Come prodotto è semplicemente eccezionale, da usare in combinazione con Google Calendar e Google Notebook.
Bravi.

google_reader

Il pericolo, ovviamente, è che Google faccia qualche “porcata”.

Sarebbe bello se questi servizi fossero basati su un network Peer-to-Peer, e fossero criptati.
Sogni troppo ambiziosi, credo. Vero?

Oggi mi sento “riflessivo”, e voglio condividere con voi i miei pensieri.

Tra 13 anni, nel 2020, la nostra (di noi “benestanti” del pianeta) vita quotidiana sarà completamente diversa da quella odierna, da molti punti di vista.
Il primo sarà sicuramente quello tecnologico: è probabile che non si parlerà più di Linux, Windows e Mac, ma semplicemente di “agenti intelligenti” che possiamo interrogare a voce, programmare, eccetera. Nanotecnologie, genetica e robotica saranno diventate scienze diffuse, mature, potenti.

Un oggetto innovativo come l’Iphone di Apple, che uscirà tra pochi giorni in USA, sembrerà solo adatto ad una vecchia foto ricordo:

old_iphone

Però, un merito ce l’ha: quello di segnare una nuova era. L’era del cosiddetto “mobile world“, in cui possiamo navigare in Internet in qualsiasi luogo. Tra qualche anno TUTTI saremo online 24 ore al giorno. Per necessità.

E’ un bene o un male? Bella domanda… a cui rispondo approssimandomi a Fermi:
il martello del falegname può uccidere un uomo, ma senza quello… niente tavola da pranzo.
Il nucleare è uno strumento, che può essere usato bene o male.
La tecnologia… è uno strumento. Stesso discorso.

Come sostiene Ray Kurzweil, la singolarità è vicina: ovvero, un momento in cui la moltitudine di esseri umani sta per fondersi in una unica grande entità.
Secondo Bill Joy, il fondatore di Sun Microsystems, il futuro non ha bisogno di noi.

Quando penso a queste cose, mi viene da chiedermi:
Ma quello che facciamo… serve? Va nella direzione giusta?
Queste domande prescindono dal dettaglio tecnologico, e si innalzano ad un livello filosofico.

E’ qui che trova ragione il rispetto degli altri, delle altrui libertà, una strenua difesa dei propri confini “sani”, una ricerca nella eliminazione di privilegi ingiusti (come il monopolio Microsoft). Un mondo migliore, insomma.
Ed è qui che capisco perchè adoro Ubuntu.
Sia come distribuzione di Linux. Sia come parola in sè. Sia come filosofia di vita.

Microsoft non si arrende mai… ed è giusto così. E’ una azienda, e come ogni azienda, cerca il suo massimo profitto. Spesso non eticamente, ma qui andremmo fuori dal discorso.

Il gentilissimo Mauro mi segnala l’ultima supercazzola di Microsoft, ovvero Microsoft Surface.

microsoft_surface

Devo ammettere che la grafico del sito è splendida, e che il prodotto “intriga”.

Il problema è un altro.

In primis, Microsoft si è accaparrata una tecnologia già inventata da anni (non so dove, ma avevo visto un filmato di un ingegnere cinese che spiegava il tutto), e che in altri ambiti è già in parte usata.

Sicuramente la loro forza sarà nell’impacchettare bene il tutto e venderlo, mantenendo la solita egemonia del mercato.

Non vedo questa cosa come un bene, anzi. Credo che il futuro sarà soprattutto dei dispositivi mobili, e credo che Google la farà da padrone.
Credo anche che, dopo aver giocato per un’oretta con tutte quelle foto, ad un certo punto l’utente medio dirà: E IO CON QUESTO CACCHIO DI TOUCHSCREEN… CHE CI FACCIO???
In sostanza, tanto fumo negli occhi ma nessun vero progresso, nè tecnico, nè ergonomico.

Staremo a vedere.

Una buona azione

02-06-2007

Ricevo, e pubblico, questa email di Fabrizio, che mi chiede aiuto.
Purtroppo oggi sono già impicciato nell’installare Feisty sul mio Portatile, e domani ho altrettanti impicci.
Chissà se qualche anima pia ha voglia di compiere una buona azione e aiutarlo!

Ciao, innanzitutto ti faccio i complimenti per il blog. Lo seguo giornalmente, trovo positivo il tuo approccio comunicativo.
Ti scrivo perchè non so come risolvere un paio di problemini che ho sulla mia Feisty.
L’ho installata (eliminando completamente Windows) da circa un mese, funziona tutto a meraviglia e mi ci trovo benissimo. Sono abbastanza neofita di Linux anche se ho usato per un pò la Suse 10.0 qualche tempo fa…
Se puoi darmi una mano mi farebbe piacere, in tutti i forum che ho girato non ho trovato risposte adeguate e i problemi sono rimasti…devo dire che il Forum di Ubuntu.it non è granchè…
Allora, primo:
Errore all’avvio del file .dmrc… il sistema mi dice che il .dmrc dell’utente verrà ignorato a causa dei permessi non adeguati. Dovrei avere i 644. Non preclude nulla se non la schermatina fastidiosa all’avvio, mi sembra una cosa abbastanza semplice per un esperto ma pare invece che non lo sia…
Poi ho un’installazione di Java 1.4.2. non risolta che continua venire fuori nonostante avessi installato tutto regolarmente. Ogni volta che installo qualcosa esce sto errore di installazione di java che vorrebbe un file .doc che non c’è… e invece c’è.
Come faccio ad annullare tutto? visto che poi Java è stato installato correttamente e funziona regolarmente….
Grazie per la tua pazienza e se puoi posta pure sul blog le risposte, saranno utili a tutti quelli come me…non siamo pochi ad avere questi problemi eppure sul web non ci sono risposte in merito…
Un saluto e viva il Pinguino!!!

Se volete sapere come va la vostra connessione internet, questo è quello che fa per voi.
Semplice, funzionale, preciso. Bravi.

connessione