Ubuntu venduto nei supermercati Wal-Mart?

31-05-2007

Wal-Mart, per chi non lo conoscesse (qui il sito ufficiale americano, qui wikipedia ve lo spiega in italiano), è una gigantesca catena di ipermercati dislocati soprattutto negli Stati Uniti, con un fatturato annuo di 350 miliardi di dollari (sì, miliardi).

walmart

Su NetworkWorld si specula su un possibile accordo per vendere PC Dell con Ubuntu preinstallato, il che potrebbe rientrare nelle politiche “low-cost” praticate dal colosso americano.

Ritengo difficile un accordo del genere (soprattutto per le pressioni di Microsoft), però… non si sa mai!

Annunci

3 Responses to “Ubuntu venduto nei supermercati Wal-Mart?”

  1. Sbarda Says:

    Mah… speriamo!!

  2. sly Says:

    Ora non ricordo il dato esatto, ma una buona percentuale dei fornitori di Wall-Mart falliscono rovinosamente. Hanno degli standard lavorativi e di tutela dei lavoratori ridotti ai minimi termini. Una cosa deplorevole. Hanno creato un impero cavalcando una politica da talebani del libero mercato.

  3. ubuntista Says:

    @ Sly: infatti viene a volte chiamato Wal-Mafia. Si tratta di un discorso molto complesso, ma in generale sono d’accordo con ciò che dici.


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: