Povera Apple!

27-03-2007

E dai, ci siete cascati: era un titolo volutamente provocatorio, non me ne vogliano i fan della mela :-)

Comunque, un fondo di verità c’è: secondo CBC (qui un sommario della notizia in italiano), la maggior parte degli utenti non ha bisogno nè di Windows, nè di Mac OS X, ma può passare direttamente ad Ubuntu.
Non male, per la nostra distribuzione Linux preferita!

Infine, scopro con piacere che PC Welt (una rivista tedesca) ha gradito Ubuntu.

Ragazzi, questo 2007 sta andando alla grande!

Annunci

19 Responses to “Povera Apple!”

  1. MarcoOsx Says:

    Beh io sono un “fan” della mela, devo dire che a differenza di windows noi siamo molto felici della concorrenza “open source” :D

    Ubuntu non l’ho mai provato ma ne ho sempre sentito parlare benissimo.

    Però come mai questo “povera Apple” e non “povera Apple e Microsoft”?

  2. Feisty64 Says:

    sto scrivendo dalla beta di ubuntu feisty64, non posso far altro che quotare l’articolo. Sarebbe un desktop ideale sui computer dei supermercati. In un cdrom ci sono già tutti i programmi e i driver per un’istallazione tipica con una facilità che definirei imbarazzante, almeno per chi proviene da winz, anche riguardo al riconoscimento delle periferiche.
    Riguardo al mac, se vendessero final cut per ubuntu ci farei un pensierino.

  3. Kiko Says:

    Il contenuto del Post non rispecchia perfettamente il titolo. O meglio, è il titolo eccessivamente provocatorio! Oltretutto non penso sia così netta la questione. Che non ci sia bisogno di windows, ok, si può accettare. Del Mac proprio no! Prova ad andare in una redazione di grafica, di video o giornalistica di un certo livello. Trovi tanti schermi e computer con lo stemma della Mela. Alle università il computer della mela ha un buon grado di espansione e vita. Detto ciò, uso Ubuntu ormai da un anno e credo di non lasciarlo per i prossimi anni. Distro più che flessibile e quasi perfetta!


  4. Se uno si ferma a guardare dal solo punto di vista del sistema operativo si può essere d’accordo al 100%. Però l’era dei sistemi operativi (quella in cui il computer è un optional, più o meno importante in base al lifestyle, appoggiato su una scrivania) è finita… ora siamo nell’era dell’integrazione del calcolatore con “il resto”… e su quel fronte Apple è ancora avanti (con l’airport, appletv, ipod, lo store, etc).
    Ragazzi, non è da tutti mettersi a combattere con i dispositivi portatili e embedded per integrarli con il software e i protocolli aperti… va bene per noi smanettoni, ma una qualsiasi altra persona che non è un informatico (e anche tanti informatici che ancora non sono stati contagiati dalla nostra passione) no, perchè non sa dove mettere le mani.
    E poi c’è la vecchia storia dei drivers… speriamo che la recente iniziativa degli sviluppatori del kernel (di mettersi a disposizione dei produttori di hardware per sviluppare gratis i driver per linux) porti velocemente ad un supporto più esteso per Linux…

    Però si, direi che si va alla grande. Io sono 10 anni che vado ripetendo che mancano 2-3 anni al boom di Linux…povero illuso… non ero tanto lontano, però come al solito sono sempre stato troppo radicale: non ci sarà mai un boom, solo un lento e inesorabile incedere. Io direi che con Feisty siamo al pareggio per quanto concerne le features. Probabilmente a livello grafico e di usabilità (“la comodità” intesa per un utente normale, “infodeficente”, nel senso innocente del termine “deficio”) c’è ancora molto da fare… Leopard riallungherà le distanze. Ma non la vediamo come una competizione… fintanto che la Apple supporta protocolli aperti, abbiamo tutti da guadagnarne.

  5. Larry Says:

    Io con Ubu sto alla grande e mi diverto un casino. Poco tempo fa ho fatto la mia scelta ed ho acquistato il notebook nuovo (Asus) con l’obiettivo di migrare definitivamente a linux. Così è stato. Però ogni tanto ripenso all’alternativa… il Macbook. Oh raga, che devo fare… quel gingillo mi ha stregato! E ancora non mi passa.

  6. Miki Says:

    Wei…iosto terminando un corso linux per principianti… Va bè chevolete che vi dica….l’incedere lento è troppo lento…finche un qualsiasi utente non sarà in grado, con pochissime conoscenze, di installare programmi, collegarsi a internet ecc ecc ecc con pochi clic (e non dite che è già così perchè non è vero…) Win rinarra sempre irraggiungibile…. Un esempio devo fare una partizione su fedora per installare win, non ci riesco e fin qui ci può stare non sono un esperto. Ciedo a chi ci fà il corso, lui inizia a smanettare (tra l’altro è impossibile seguire ciò che fa a meno di essere eperti di schell). Lui purtroppo è esperto, però di debian , risultato chiede cento volte ad un altro ma alla fine ci riesce….
    grande. con partition magic, senza sapere niente, ci vuole due minuti……
    Possibile che le distribuzioni siano così diverse….non fanno altro che creare casino…. Va bè…la strada è lunga….e la vostra amata schell per un utente normale è INUTILE….
    Cmq speriamo che qualcuno di più vicino alle persone normali prenda in mano una distribuzionio e la renda utilizzabile anche dalle nonne….
    Ciao

  7. shaitan Says:

    io uso Ubuntu, se mi serve qualcosa che per Linux non c’è/non gira, avvio VMWare Server e ho XP bene ingabbiato dentro l’emulatore

    – costo dell’operazione: 0 (tranne il CD non OEM di XP Pro)
    – tempo impiegato: 1 ora per leggere una semplice guida
    – mio livello di preparazione:ignorante informatico (ma so leggere)

    povera Apple al limite perché è sempre una “roba” proprietaria e rivolta al DRM :D

  8. Miki Says:

    prova a lavorare con un qualsiasi programma di calcolo (es. strutture c.a. o termotecnica o anche solo autocad…) con l’emulatore…..

  9. kijio Says:

    ma che? sta a diventa’ giornalizzandoti?
    mannaggia a te … ;)

    ci manca solo che scrivi come le righe sopra e puoi fare domanda nei principali giornali italiani! ;)

    su, forza … non inganniamo la gente con titoli scandalistici e provocatori !
    saluti .. e forza ubunza! :P

  10. Nicola De Giorgio Says:

    Mi piacerebbe che fosse così, ma la realtà è un’altra e lo sappiamo benissimo. I sistemi GNU/Linux devono ancora superare ancora lo scoglio della facilità d’uso da parte di utenti che si aspettano che il PC “funzioni” come un qualunque altro elettrodomestico. Secondo me lo sforzo di portare cubi rotanti nel desktop è mera fuffa se non si risolvono almeno altri due problemi:
    1) la presenza di un pacchetto per l’intrattenimento tipo iLife con TUTTI i codec installati di default (si pagano, lo so, ma preferisco questo che installare codec che infrangono la legge sul copyright, giusta o sbagliata che sia). Hai provato recentemente un Mac dotato di telecomando? Hai un ottimo mediacenter già integrato nel SO, una sola versione che comprende tutte le features delle 7 versioni di Vista;
    2)connessione di rete più semplice (per usare un telefono basta mettere la spina, comporre il numero e parlare, QUESTA è semplicità);
    3) installazione software tipo OSX, copio un file e lo uso, senza rompersi il capo con le dipendenze.

    Per il resto siamo a buon punto, il parco software è ampio e maturo per un uso non specifico (anche se TheGIMP mi fa ancora ancora impazzire, è così difficile “ispirarsi” a Photoshop?), il riconoscimento hardware già supporta moltissime periferiche. Manco poco stavolta, concordo con te.

    PS Uso un Mac per i motivi di cui sopra in attesa di Ubuntu

  11. Uploads Says:

    Io ho provato ad installarlo…

    La prima volta con Kubuntu, non è riuscivo a farlo..

    Poi ho provato con Ubuntu… Acceso il PC mi è sembrato il sistema operativo più bello che avessi mai visto… Ma dopo pochi giorni 2 ho dovuto toglierlo, perchè il mio modem non era compatibile e quindi era pressoché inutile…

  12. shaitan Says:

    # Miki Says:
    Marzo 28th, 2007 at 09:34

    prova a lavorare con un qualsiasi programma di calcolo (es. strutture c.a. o termotecnica o anche solo autocad…) con l’emulatore…..

    a me non serve

    la mia soluzione sicuramente non va bene per tutti, ma è un’ottima soluzione nella maggior parte dei casi

    altrimenti c’è il dualboot, per dire che se_si_vuole si può

    cmq io preferisco perdere un pomeriggio per far funzionare qualcosa, che essere condannato a vita a scansioni antivirus

    voi dimenticate che i PC con Windows richiederebbero un tasso di conoscenza tecnica abbastanza elevata solo per la semplice manutenzione

    poi se si vuole usare a membro di segugio, beh, questo è ciò che già avviene per il 90% dei windowsiani (con buona pace degli spammer e degli untori di virus) che sono un pò come i neonati battezzati, qualcun altro decide quel che devono essere

    e non mi dite che la gente non ha tempo

    la gente non ha voglia, forse **qualcuno** non ha davvero tempo

  13. shaitan Says:

    @ Uploads: 30 euro per un modem ethernet non mi sembrano la fine del mondo ;)

    p.s. scusate per il “commentare selvagggio”, ho letto dopo il messaggio di Uploads :)

  14. Miki Says:

    Allora, innanzitutto io sono il primo che vorrebbe liberarmi di win, dico solo che perchè linux sia diffuso tra gli utenti “indietro” come me, che sanno utilizzare il computer per quello che gli serve al lavoro o come svago (che penso siano la maggioranza), ne deve ancora passare di tempo. Al corso di linux ho visto cose ottime, applicazioni ottime a livello degli applicativi win (eccetto il tanto decantato GIMP che mi sono costretto a usare e che ora odio profondamente), però purtroppo non ci sono computer in giro che vengono venduti con linux sopra (dico nei centri commerciali dove acquista l’utente comune) quindi l’installazione e poi la configurazione dovrebbe essere facile cosa che non è. Quindi la diffusione tra utenti comuni sarà sempre bassissima se le cose non migliorano.
    Non posso installare KUBUNTU in italiano e poi quando lo lancio è per il 90% in inglese…non posso perdere giorni a configurare un moden (lo detto sono indietro..avete ragione)…e non voglio comprare un modem esterno perchè ne ho già uno e deve funzionare quello…
    Al corso che dicevo siamo partiti in 40 e siamo arrivati in 10 ed era un corso base. Dei 10 solo due o tre proveranno ad usare un distribuzione linux.
    Io dico solo che le cose devono ancora migliorare perchè se per lavore devo installare sul mio computer sia linux che win allora tanto vale che mi tenga win.
    Non so voi ma la mia manutenzione di win in 5 o 6 anni è praticamente zero (installare stampanti e configuare la rete e fare aggiornamenti).

    Per quanto ne so sul fatto del antivirus quello che mi è stato detto al corso è questo:
    i virus su Linux non ci sono perché è molto più interessante scrivere un virus che infetti il 95% dei desktop, piuttosto che uno che infetti solo il restante 5%. Inconfutabile. Ma è solo questione di tempo. Nel momento in cui i desktop GNU/Linux serviranno una percentuale più alta di utenti, diventerà interessante scrivere un virus anche per questi sistemi. E sperare che GNU/Linux sul desktop non si diffonda non è una soluzione accettabile.”

    Io spero che win affondi, ci stanno mettendo anche del loro tra l’altro, però serverebbe che chi promuove linux fosse un pò più vicino al utente supermedio, cioè quello che compra il computer lo accende e vuole tutto funzionante o cmq che per rendere tutto funzionante non debba perdere una giornata o più.

    Quando lavori più di otto ore al giorno (non penso che siamo in pochi) l’ultima cosa che vuoi sono dei fastidi per scaricare o stampare le tue foto la domenica sera….

    ciao

  15. Miki Says:

    scusate l’italino imbarazzante…..

  16. Miki Says:

    scusate l’italiano imbarazzante…..

  17. shaitan Says:

    approfitto dell’ospitalità (spero che Ubuntuista non si incavoli :D) per ribattere

    Miki ha detto
    Allora, innanzitutto io sono il primo che vorrebbe liberarmi di win, dico solo che perchè linux sia diffuso tra gli utenti “indietro” come me, che sanno utilizzare il computer per quello che gli serve al lavoro o come svago (che penso siano la maggioranza), ne deve ancora passare di tempo. Al corso di linux ho visto cose ottime, applicazioni ottime a livello degli applicativi win (eccetto il tanto decantato GIMP che mi sono costretto a usare e che ora odio profondamente), però purtroppo non ci sono computer in giro che vengono venduti con linux sopra (dico nei centri commerciali dove acquista l’utente comune) quindi l’installazione e poi la configurazione dovrebbe essere facile cosa che non è. Quindi la diffusione tra utenti comuni sarà sempre bassissima se le cose non migliorano.

    ehm ehm… scusa? sai installare Windows? allora sai installare anche Ubuntu/Fedora/Mandriva/SuSe

    per The Gimp, cos’è l’interfaccia a tre che ti imbarazza? certo imbarazza meno andare a cercare un crack per Photoshop

    Miki ha detto
    Non posso installare KUBUNTU in italiano e poi quando lo lancio è per il 90% in inglese…

    ehm ehm… una delle prime opzioni che puoi settare (e bada bene da interfaccia grafica) è proprio la lingua del processo di installazione… sicuro di aver fatto tutto giusto? no perché di storie su come Linux qua e Linux la ne leggo già troppe

    Miki ha detto
    non posso perdere giorni a configurare un moden (lo detto sono indietro..avete ragione)…e non voglio comprare un modem esterno perchè ne ho già uno e deve funzionare quello…

    comprati Windows Vista poi ne riparliamo ;)

    certo se 30 euro di spesa sono una mossa per te inaccettabile, allora non è tanto quello che può fare Linux per te che non va, ma piuttosto il contrario

    Miki ha detto
    Al corso che dicevo siamo partiti in 40 e siamo arrivati in 10 ed era un corso base. Dei 10 solo due o tre proveranno ad usare un distribuzione linux.

    infatti i corsi non servono a una cippa IMHO

    Miki ha detto
    Io dico solo che le cose devono ancora migliorare perchè se per lavore devo installare sul mio computer sia linux che win allora tanto vale che mi tenga win.
    Non so voi ma la mia manutenzione di win in 5 o 6 anni è praticamente zero (installare stampanti e configuare la rete e fare aggiornamenti).

    cioè tu non pulisci mai il registro, non deframmenti mai il disco, non esegui mai scandisk, non fai scansioni anti_tutto con almeno 5-6 software diversi ecc. ecc.? :O

    Miki ha detto
    Per quanto ne so sul fatto del antivirus quello che mi è stato detto al corso è questo:
    i virus su Linux non ci sono perché è molto più interessante scrivere un virus che infetti il 95% dei desktop, piuttosto che uno che infetti solo il restante 5%. Inconfutabile. Ma è solo questione di tempo.

    è soprattutto questione di architettura, e di gioco che valga la candela

    per penetrare o infettare un sistema *NIX è richiesta una competenza tecnica parecchio sopra la media, per cui se non sei Mr. Banca d’Italia nessuno perderà tempo dietro al tuo pc casalingo, ma anche se lo dovesse fare dovrebbe essere molto bravo per creare reali fastidi

    Miki ha detto
    Nel momento in cui i desktop GNU/Linux serviranno una percentuale più alta di utenti, diventerà interessante scrivere un virus anche per questi sistemi. E sperare che GNU/Linux sul desktop non si diffonda non è una soluzione accettabile.
    ca@@ata, IMHO. come ho detto si tratta semplicemente di un sistema più robusto, meno penetrabile

    Miki ha detto
    Io spero che win affondi, ci stanno mettendo anche del loro tra l’altro, però serverebbe che chi promuove linux fosse un pò più vicino al utente supermedio, cioè quello che compra il computer lo accende e vuole tutto funzionante o cmq che per rendere tutto funzionante non debba perdere una giornata o più.

    Quando lavori più di otto ore al giorno (non penso che siamo in pochi) l’ultima cosa che vuoi sono dei fastidi per scaricare o stampare le tue foto la domenica sera….

    anche io lavoro ma come ho già detto preferisco impiegare il tempo a documentarmi invece di aspettare la fine di interminabili e ripetitive scansioni e operazioni di routine, oltre a essere la vittima prediletta di tutti, dall’ennesimo lamer 13enne alla rete di spammer professionisti che mi usa per inviare pubblicità di viagra, porno e warez

    tutti sperate che windows affondi, ma poi quando si tratta di fare un minimo sforzo la colpa è sempre di Linux che non è ancora come voi vorreste che sia

  18. Miki Says:

    OK … MI ARRENDO .. TANTO AVETE SEMPRE RAGIONE VOI….

  19. jokerk21 Says:

    L’unico sistema operativo decente al momento è Windows XP, cmq con Ubuntu contenti voi ,contenti tutti


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: