Via Slashdot, leggo un articolo del Guardian a firma di Jack Schofield, che tratta della reticenza di Dell nel vendere PC con Linux preinstallato.
Dell è il secondo produttore di PC al mondo (il primo dovrebbe essere HP), e di recente ha lanciato Ideastorm, per raccogliere idee dal pubblico riguardanti le sue future scelte.
Da queste idee emerge a gran voce la “voglia di Linux”, e in particolare di Ubuntu.
Jack Schofield, autore del sopracitato articolo, chiude suggerendo ai lettori che, se davvero si tratta di un business così interessante, perchè non darsi da fare e realizzarlo SENZA ATTENDERE che sia Dell a farlo?

La provocazione, ad essere sincero, mi alletta molto.

Alcune riflessioni:
Si potrebbero raccogliere dei fondi per creare una azienda che offra Linux preinstallato.
Si potrebbe gestire tutta l’azienda con una filosofia Open Source (mostrando ogni documento, ogni cosa), e coinvolgendo i volontari Linux in tutti i processi decisionali. In fondo, è come gestire un grosso progetto software.
I volontari potrebbero aiutare a commercializzare tali computers, per esempio proponendoli ai loro amici.
Alcuni volontari potrebbero “certificare” la loro competenza e diventare “installatori”.
I proventi di tutto ciò potrebbero essere utilizzati per migliorare l’azienda stessa, o versati per qualche interessante iniziativa riguardante Ubuntu, o Linux in generale.

Attendo i vostri commenti.

Annunci

Ho trovato in rete Google Browser Sync, che permette di sincronizzare password, bookmarks e altro tra due o più firefox, ovviamente su due o più computers.
Per me è utilissimo. Voi che ne dite?
Se invece vi bastano i bookmark, allora vi consiglio Foxmark Bookmark Synchronizer.