La verità di chi passa ad Ubuntu

07-03-2007

(se non state sorridendo, andate qui e poi tornate a leggere questo post)

Popey ci parla della verità di chi passa ad Ubuntu. E’ simpaticissimo. Vi traduco i titoli, con qualche commento tra parentesi per facilitare la comprensione.

01. Le persone rideranno di te perchè usi Ubuntu (finchè non lo proveranno anche loro)

02. Ti sentirai parte di una comunità che cresce

03. Gli altri ti aiuteranno senza motivo

04. Il tuo PC subirà meno attacchi

05. Potrai ignorare i virus

06. Avrai qualche problema di compatibilità

07. Internet sarà quasi la stessa

08. Sarai continuamente stupito degli effetti speciali (3D, eccetera)

09. Avrai dei momenti di merda (“damn-it” moments)

10. Avrai dei momenti spettacolari (“ah-ha” moments)

11. Le scorciatoie da tastiera ti faranno impazzire

12. Ti pentirai di aver acquistato Windows, ma riuscirai a superare l’imbarazzo

13. Ti stupirai di quanto puoi personalizzare le cose

14. Dovrai riavviare molto raramente

15. C’è così tanta roba per Ubuntu

16. Spenderai meno soldi che con Windows

17. Sarai generalmente in grado di usare vecchi computer

18. Gli sconosciuti smetteranno di chiederti di Ubuntu (darai loro un LiveCD e basta)

19. Porterai a termine molte più cose

20. Il produttore hardware sarà praticamente irrilevante

21. Tutti si fanno incantare dalla quota di mercato (ma io no, e Ubuntu resta il numero uno)

22. Te la caverai piuttosto bene nelle reti Windows

Annunci

18 Responses to “La verità di chi passa ad Ubuntu”

  1. divilinux Says:

    hehe..io aggiungerei altri punti..;)

  2. lollolo Says:

    Avrai tanta di quella fi*a attorno solamente perchè utilizzi L’OS di ultima generazione, che per loro si traduce in Cool/Fashion/Trendy!!

  3. lollolo Says:

    quello sopra era il punto 23 ;D

  4. Luca Says:

    Aggiungerei che dopo le installazioni programmi non è necessario riavviare,che non bisogna fare il defrag,che oltre ai virus non si prendono dialer se si utilizza linux (questo è un ulteriore risparmio) e che si possono installare applicativi windows con wine.

  5. cbt-raziel Says:

    io credo cmq che uno dei motivi che + gli utenti di windows capiscano sia il dire addio ai virus

  6. divilinux Says:

    e ma…c’e’ una forma di sadismo strano attorno ai virus…sembra che beccarsene uno faccia molto fico..hehehe

  7. Lazza Says:

    Bello. :-D

  8. realtebo Says:

    rimane il fatto che i pc più che standard come il mio con la 6.06 LTS sono andati in contro ai una marea di bug in fase di installazione, …

    Io personalmento ho aperto 11 (e non sto scherzando) diversi bug report tutti risolti con la 6.10.

    Ok, provo la 6.10 e… tac… stesso identico bug ,,,

    Sono ancora senza ubuntu, e ho un normale pc, con una normale gigabyte, una normale ati radeon 9200, un normale HDD P.ATA e un normale mouse a rotella non wireless, …

  9. kr0n1x Says:

    io sono riuscito diverse distro linux sul mio vecchio pc (ecs k7s5a con amd athlon xp 1800+ e radeon 9600xt, e anche con una scheda madre asus..ram vecchissime sdram 133 mhz…) e anche ora col pc nuovo senza problemi (ubuntu e debian su questo pc nuovo..senza trovare bug)

    parlane in qualche forum con più dettagli, su cosa riguardano sti bug, magari risolvi! (o scopri che è un fatto di cd mal masterizzati XD ahahah)


  10. […] letto questo articolo sul blog di Simone e da lì sono arrivato a questo sito. Ecco riassunte nel modo migliore tutte le […]


  11. […] questo argomento, vi segnalo anche questo articolo del bLOg di […]

  12. Ubuntu Says:

    belli sti punti… li giro subito a qualche amico che si ostina a non passare ad ubuntu….. e sono tanti purtroppo

  13. Luca Says:

    Non ha la licenza originale di Windows e vuole mettersi in regola senza spendere un patrimonio?

  14. Claudio Says:

    […]Vi segnalo un interessante articolo (trovato sul blog ubuntista di Simone Brunozzi) che riporta a sua volta la traduzione di un altro articolo di Alan Pope[…]

  15. Eagleoneplus Says:

    Ciao, sono finito sul tuo blog quasi per caso perchè alla disperata ricerca di informazioni utili su come far funzionare il mio internet box della vodafone con ubuntu.
    Premetto che è l’unico mezzo che ho per collegarmi ad internet da casa, ho un portatile vecchio di 3 anni, e che utilizzando la distro live ubuntu mi aveva riconosciuto tutte le periferiche collegate via usb(masterizzatore, HD esterno e usbKey).
    La domanda sarà stupida, ma esistono dei driver specifici per istallare lo scatolotto?
    Semplificando il tutto:
    Ubuntu fra pochi giorni diventerà il mio sistema operativo, XP lo manderò felicemente in pensione, però…
    Però se non riesco a far funzionare lo scatolotto, mò come faccio a collegarmi ad internet?
    Help me!
    (Sono sicuro che sono io quello che sbaglia, ma dove?)
    Grazie per l’attenzione che mi avete dedicato!
    Saluti, Eagle

  16. Lazza Says:

    Cerca sul forum di Ubuntu. Comunque sei un po’ Off-Topic penso.

  17. Azimuth Says:

    Sono passato ad Ubuntu dopo aver collezionato insuccessi nelle configurazioni di altre distro.
    Credo che i momenti “ah-ha” siano in netta superiorità
    persino io, nettamente ignorante di come muoversi da shell e di come personalizzare il mio OS ci sono riuscito. Ora, dopo nemmeno una settimana d smanettamenti all’interno del sitema operativo Ubuntu 6.06 ho tutto quello che avevo si Winzoz…e anche molto di più:vie lenco il tutto per sommissimi capi con annessi i benefici che ho avuto dal pinguino:
    – Pacchetti all’ordine del giorno (autoistallanti tramite Sinaptyc…c’è di tutto di più e sono LTS, ossia supportati a lungo termine).
    – Riconoscimento Hardware?…cos’è?!?! Ubu (così la chiamo oramai) fa tutto da sè. Solo la ethernet ha voluto la mia assistenza…ma con un bel

    sudo pppoeconf

    ho risolto tutto…ho seguito la guida e si è autoconnesso e ha autoriconosciuto il modem ADSL).

    – Terminale che passione! (dopo solo TRE gioni…una bazzecola in pratica rispetto a quanto ci sono stato a svelarmi i misteri di Winzoz, ho imparato a scompattare il file tar, gestire .deb e convertire in .rpm i .deb che mi servono).

    – Internet è mio! (nessunissimo problema con Opera, Firefox e Thunderbird).

    – Linux è DEL TUTTO personalizzabile. Mi sono fatto un desktop(complice pure qualche tema trovato in rete) veramente avveniristico

    potrei stare a parlare ore di Ubuntu, ma mi fermo qui. USATE LINUX, non chiudete le vostre menti brillanti al software proprietario!!!

  18. antonioc. Says:

    @Azimuth:

    Dici “Sono passato ad Ubuntu dopo aver collezionato insuccessi nelle configurazioni di altre distro.”
    Mi spieghi come hai fatto? Io uso Debian Etch e non ho praticamente bisogno della shell. Scompattare i file tar? lo fai col mouse. Configurare il modem ethernet? lo fai col browser.E così via. La shell mi serve per pochissime cose, che richiedono comandi estremamente semplici.
    Tutto questo naturalmente per uso desktop.
    Ubuntu *non* ha inventato proprio niente.


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: