Meganetwork.org

12-02-2007

Siamo un pochino Off Topic, ma vale davvero la pena. Vi voglio infatti segnalare questa email ricevuta da Michele Favara Pedarsi. Leggete, e ragionateci sopra. Se possibile, linkate e diffondete.


Ciao a tutti,

A breve uscirà (spero) un altro mio articolo su Punto Informatico, per dare seguito a quanto in qualche modo annunciato lo scorso settembre con l’articolo sulla rete mesh che ho proposto al ministro Gentiloni.
A tutti coloro che mi hanno scritto per sapere cosa fare in prima persona (e sono stati da me liquidati con una mail striminzita; scusate, ma all’epoca non avevo un’idea precisa di cosa suggerire), così come ad alcuni amici e ai compari che mi hanno permesso di arrivare a questo, segnalo il sito in anteprima assoluta (almeno “la metà dello stretto indispensabile” è ancora da fare):

http://www.meganetwork.org/ (Il grosso dei contenuti al momento sono nel wiki http://wiki.meganetwork.org/ )

Un post pensato per il lancio ma che poi è stato rifiutato dalla redazione di PI perchè c’era troppa passione e troppa poca informazione:

http://www.meganetwork.org/2007/02/10/tlc-revolution-adunanza/

Nei post precedenti a quello qui indicato trovate descritta a grandi inee quella che è stata la mia personale epopea di questi mesi.
E infine vi invito a guardare con attenzione la Roadmap (http://www.meganetwork.org/dev/roadmap) fino in fondo (gli ultimi punti sono un “concept”… ma è concretizzabile in caso di grosso successo dell’iniziativa).
Inutile dire che vi scrivo con la speranza che qualcuno di voi si attivi per la costruzione del sito e quant’altro ritiene opportuno fare… sempre che l’idea vi piaccia ancora.

ciao


Michele Favara Pedarsi

P.s.: anche solo scrivere commenti e diffondere il link è utile… bisogna attivare una community… e in fretta (a giugno/luglio con l’apertura dei 3,5Ghz i giochi saranno chiusi).

Annunci

E’ troppo lunga da tradurre, ma vi consiglio questo articolo in inglese intitolato “Ubuntu? No, thanks“.
Questo pirla di giornalista si infarcisce la bocca di fantomatiche accuse di accordi “proprietari” e business scorretti, dimostrando una scarsa conoscenza dell’argomento, e di Mark Shuttleworth.
Caro mio, leggi cosa pensano dell’argomento alcune tra le persone più stimate e competenti del mondo Linux.

Perdonatemi il termine “cazzuto”, ma è quello più adatto in questi casi: potente, determinato, inarrestabile, spartano, fiero, giusto, agreste. In una parola: cazzuto.

Leggendo con piacere il blog di Antonio Doldo, mi sono imbattuto in questo superbo post, che descrive come mettere in piedi un ottimo sistema di backup, giocherellando con vmware, partimage (che già conoscevo da System Rescue CD) e altro.

Update: vi suggerisco di guardare anche NASbackup.