Pensieri lussemburghesi

30-08-2008

Oggi in Lussemburgo era una giornata splendida, un sole perfetto, quasi caldo torrido.
Avevo mille pensieri in testa.

Putroppo, e qui lo ammetto candidamente, uno dei pensieri ricorrenti era: come faccio a fare tanti soldi in poco tempo? A quanti di voi capita? E non è perchè sto male… Ma solo perchè ci sono così tanti posti da vedere, così tante cose da fare… Che uno vorrebbe avere abbastanza denaro per potersi permettere 12 mesi l’anno di ferie… :-)

About these ads

11 Responses to “Pensieri lussemburghesi”

  1. Luca Conti Says:

    Non credo ci siano sistemi legali per fare tanti soldi in poco tempo, a meno di credere nella dea bendata, ma non potrebbe venire mai.

    I soldi poi quando bastano? Credo che ognuno avrebbe un punto di vista diverso…

    Invece di pensare a quello oggi sono andato al mare e non ho pensato a niente :)

  2. guiodic Says:

    Simone, ma come… sei a Lussemburgo, un paradiso fiscale. Direi che sei nel posto giusto per fare soldi facilmente e senza pagare tasse ;)

  3. ubuntista Says:

    Luca: ma no, mica parlo di milioni e milioni… Mi basta pensare ad una cifra che mi permette di fare qualche giro del mondo per un paio d’anni :-)

    guiodic: ahem, paradiso fiscale… per le aziende, semmai, non certo per i dipendenti :-)

  4. Marco Says:

    “Where the hell is matt” però insegna che puoi viaggiare con pochi soldi. Lui non è ricco e viaggia in tutto il mondo, certo ora magari sarà sponsorizzato, ma all’inizio non lo era.
    Fra l’altro c’è un suo video nella sezione Google Tech Talks:
    http://youtube.com/?v=VVcwqQlwnmY

  5. ubuntista Says:

    Marco: in realtà, ho quasi conosciuto Matt, dato che è di Seattle… Lui però agli inizi girava per lavoro, e decise di fare quei filmati… Ora ha uno sponsor.
    E’ un caso più unico che raro, purtroppo!

  6. montoya Says:

    Pensare a risparmiare e mettere da parte i soli no è?

  7. Marco Says:

    Eppure lui dice che il lavoro l’ha lasciato e con i risparmi ha iniziato a viaggiare:

    How do you afford all this travel?

    I saved up at my job for a few years and then quit. That’s the simple answer.

    It also doesn’t cost as much as a lot of folks think. Aside from the flights, I spend less on any given day than I would sitting at home paying utilities, car insurance, parking tickets (I get a lot of parking tickets)…

    If you visit regions like Southeast Asia, Eastern Europe, South America, and most of Africa — and you’re willing to rough it a little — you can get by on dollars a day.

  8. ubuntista Says:

    Hmmm… Io la sapevo diversa.
    Forse ha iniziato a viaggiare per lavoro, e poi ha smesso di lavorare e si è dato ai viaggi… boh.

  9. Francesco Says:

    > Come faccio a fare tanti soldi in poco tempo?

    Io ho iniziato con uno stage di 6 mesi a 600 euro al mese (consulente informatico…) . L’obiettivo è conquistare il mondo, naturalmente :-D

    Che sia un buon inizio? :-(

    Vabbé cmq dopo mesi di sola lettura su questo blog, volevo presentarmi e cominciare a scrivere un po’.
    Prima però permettimi di farti i miei complimenti per i contenuti del blog. Sei troppo avanti!!!

    (Hai raggiunto l’apice della mia stima quando ho visto la foto sullo scivolo gonfiabile con Mark S.)

    Piacere, Francesco…

  10. Aladark Says:

    Beh direi che il programma che hai per i prossimi tre mesi è un bel giretto, no?!

    Pensa che tu sei fortunato perché viaggi molto per lavoro, mentre altre persone lavorano sempre nello stesso ufficio, nella stessa città tutti i giorni e hanno la possibilità di viaggiare solo quando sono in ferie. :)

    Pensa al lavoro che facevi prima e cosa fai ora. ;)

  11. ubuntista Says:

    Francesco: piacere!

    Aladark: concordo :-)


I commenti sono chiusi.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: