Singapore

24-08-2008

Da vedere, in inglese… Così dovrebbe essere la politica, in Italia. Cazzo, assumiamolo!

Ebbene, sembra giusto dare spazio ad una discussione di questo tipo.

Intanto dico la mia.

Cose negative:

1. Microsoft ha da sempre sfruttato la sua posizione di monopolio per spingere l’adozione dei suoi prodotti (Internet Explorer, tanto per fare un esempio).

2. Microsoft ha adottato politiche pro-piracy, per diffondere l’uso di Windows e di Office tra gli utenti, raccogliendo in seguito i frutti di questa politica, grazie alla “dipendenza” di tali utenti dalla piattaforma Microsoft.

3. Microsoft ha usato la sua enorme forza commerciale per fare piazza pulita di moltissimi concorrenti, in diversi settori.

4. Microsoft è riuscita CON SUCCESSO (finora) ad arginare l’avanzata di Linux che, nonostante mille promesse ed una superiorità tecnica, è ancora appannaggio di una ristretta cerchia di persone.

5. Microsoft, con la sua forza commerciale, è riuscita COMUNQUE a spingere l’adozione di Vista, nonostante Vista sia stato duramente criticato da ogni esperto, e non, del settore.

Tra le cose positive:

1. Microsoft ha accelerato l’adozione del PC, creando uno standard (seppur “proprietario”) che ha permesso a moltissime aziende di investire sulla piattaforma; effetto voluto e non voluto, ma indubbiamente positivo, dal mio punto di vista.

2. Microsoft ha fatto delle scelte di marketing azzeccatissime (sto parlando di quelle “lecite” ovviamente), per esempio spingendo molto sulla piattaforma di sviluppo software, su programmi accademici, su programmi di certificazione. Negli anni ottanta queste cose non esistevano.

3. Microsoft è riuscita a democratizzare il PC, cosa non riuscita a nessuno prima dell’uscita del MS-DOS su hardware IBM.

Al momento non mi viene in mente altro. Voi che ne dite?

Nei commenti, cercate di dividere tra POSITIVE e NEGATIVE.
Evitiamo flames, cerchiamo di essere onesti e costruttivi.

Poi, alla fine, quando avremo capito tutti insieme se Microsoft è cattiva oppure no (e dico: confrontiamola con la Union Carbide, e poi ditemi chi è cattivo), mi piacerebbe anche capire quale è il punto della discussione. Ovvero: A CHE SERVE capire se Microsoft è stata cattiva o no? Si, d’accordo, capire la propria “storia” serve sempre… Ma il risvolto pratico, DOVE STA?

P.S. Non pensiate che sto DIFENDENDO Microsoft. Considero Linux una delle più grandi opportunità di democrazia e tecnologia, ma non capisco l’ostinata demonizzazione che alcuni adottano nei confronti di Microsoft, demonizzazione che tra l’altro mette in cattiva luce il mondo dei “linuxari”.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.