Windows e Mac sono facili?? NOOOOOOOOOO!!!!

28-03-2007

Allora, prendete trenta persone, e dividetele in gruppi da dieci: chiamiamoli W,A,L (Windows, Apple, Linux).
Metteteli di fronte a hardware identico, con preinstallato Windows per W, Mac OS per A, Ubuntu 7.04 per L.

Lasciateli fare per dieci ore (collegamento ad internet funzionante).
Fateli sbattere tutti con: installazione nuova periferica (stampante, videocamera, scanner), surfing, email, bla bla bla.
Alla fine del test, fate questa domanda: quanto avete imparato di computer?

Risposta media di W: 6,2 su 10
Risposta media di A: 6,8 su 10
Risposta media di L: 6,9 su 10

Ora, avete quattro opzioni:
A) Credere che io abbia davvero fatto questo test, e mostrati i risultati.
B) Credere che io sia un genio, e che non abbia bisogno di fare il test per sapere comunque i risultati;
C) Credere alla mia “previsione”, e basta.
D) Non credere ai risultati.

About these ads

13 Responses to “Windows e Mac sono facili?? NOOOOOOOOOO!!!!”

  1. Davide Says:

    A)
    perché B) e C), scientificamente parlando, significano D)

    ho indovinato?

  2. Alex Says:

    azzo, non avevi davvero nulla da fare! :-)

  3. steo Says:

    hai usato 10 imac?Altrimenti come fai a far girare winzoz e ubuntu sullo stesso hardware???:D A fine test me ne regali uno???

  4. Ros Says:

    a),b) (solo per rispetto), C) (non si sa mai…)
    per i seguenti motivi:
    1 – Ho dovuto installare Vista ad un cliente e sono diventato pazzo a far girare alcune applicazioni su altri utenti dello STESSO SISTEMA: mi chiama 1 giorno si e uno no…;

    2 – Ad un altro ho venduto MAC OS e mi chiama tutti i giorni per sapere come si fanno sempre le stesse cose (ma ancora non hai capitooooo?!?!?!???? Caz…)

    3 – Ad altri 3 clienti ho installato la 6.10 (e qualcuno la 6.06) e li telefono io per sapere come và…..

    Ma, va anche detto che dipende moooolto dall’apertura mentale dei soggetti.

  5. thefoxii Says:

    Non hai fatto nessun test, infatti in W non impari nulla se tutto va per il verso giusto, in A o L qualcosa la impari di sicuro, devi configurare sempre qualche cosa.

    Il test da fare sarebbe invece un’altro:
    Prendi 40 bambini e gli fai provare i PC che hai elencato e vedrai che nessuno vorrà usere W perchè è più complicato degli altri, io ho fatto l’esperimento 1=1 mia figlia di 7 anni prima con W e poi con L il risultato è stato che meglio usare L.

    Sempre parlando del tuo test gli adulti già conoscono W e fanno fatica ad imparare A e L.

    Ciao by enzo

  6. Massimo Says:

    anche io ho una figlia di sette anni e anche lei si trova meglio con L rispetto a W.

  7. demone Says:

    La mia impressione è che se “i soggetti” vengono, come è probabile, da W allra troveranno difficile muoversi in A o in L. E questo non perchè questi siano realmente complicati, ma perchè si aspettano di operare come in W, un sistema in cui per spegnere il computer si preme start… :(

  8. Isidoro Says:

    Ragazzi, io uso e amo linux però da qui a dire che è più facile di windows, secondo me, ne passa. Linux è sicuramente più bello (beryl), più veloce, più funzionale e molto (ma molto) più sicuro, questo si. Ma non è assolutamente più facile, soprattutto quando si tratta di configurare tutte le periferiche la prima volta. Io sono un ingegnere elettronico, uso il pc da circa 18 anni e conosco linux da almeno 4 e ciò nonostante: ho perso diversi giorni per capire come installare feisty su raid0 con dmraid (conosco il fakeraid howto ma non mi piace molto. Ho trovato un sistema più veloce), ho speso due giorni per configurare la stampante/scanner (il driver x linux, cmq, fa parecchio schifo), un giorno intero per il mio logitech mx610, devo ancora configurare (se mai lo farò) l’UPS e non sono ancora riuscito a far riconoscere il mio palmare WM6 a synce. Inoltre non riesco ancora a trovare un filemanager (su kde) con il quale mi senta a mio agio: konqueror non permette di avere impostazioni di visualizzazione differenti per ogni cartella mentre dolphin è ancora poco integrato con il tutto (specialmente i service menù). So bene che questi non sono problemi legati a linux ma ai produttori di hardware che non forniscono drivers validi, tuttavia, un utente poco pratico di pc che installa linux si troverebbe ugualmente nella merd*. Ed è questo il motivo per cui continuo a non installarlo ai miei amici/colleghi/parenti. Ed è un vero peccato :(

  9. marcomkc Says:

    Le fonti sono sempre importanti!
    I miei migliori saluti
    Marco Costanzo
    ] marcomkc [

  10. slystone Says:

    C’e’ da dire pero’ che chi usa mac spesso non ha la prerogativa di “imparare di computer”.
    Chi fa editing-audio per esempio sa che oltre alla stabilita’ del sistema (dovuta anche alla sua matrice *nux) la qualita’ e’ elevatissima sui mac.
    Sotto linux invece fra driver ALSA che sono quel che sono e supporto MIDI lacunoso, non me fanno l’ideale per quel tipo d’utenza.
    Anche se questo non toglie che il 70% delle gente che ha un mac non lo sa nemmeno lui perche’.
    “consuma poco!”, era vero una volta.
    “non crasha mai!”, anche linux, e a differenza del mac non lo devi riavviare mai dopo gli aggiornamenti.
    “e’ bellissimo!”, e qui han ragione. Certo pero’ che giustificare un raddoppio dei costi per un fattore estetico ti fa pensare. ;P


  11. nessun test, hai scritto qualcosa a caso pensando si avvicinasse alla realtà. Forse è così, forse no.

  12. Gianmichele Says:

    Secondo me Linux che uso x lavoro, ha diversi pregi, tutti riconducibili in ambito server. Ma a) non è assolutamente + veloce di Windows, in ambito grafico, s’intende xchè le discussioni sulla riga di comando fanno un po’ ridere, allora anche il dos era veloce; Anche solo un’occhiata alla risposta del sistema a finestre lo fa capire immediatamente (che la cosa sia dovuta all’architettura o sia colpa dei produttori di periferiche è priva di importanza).
    b) non è piu’ facile, ma molto, molto, molto + difficile.
    Fare qualsiasi cosa richiede una competenza che l’utente medio non possiede.
    c) L’utente medio vuole “usare” il computer per fare il suo lavoro, non vuole (e non deve essere costretto a) “imparare” come funziona il computer (la quasi totalità di utilizzatori anche un po’ scafati non sa usare la riga di comando).
    d) Quando l’utente medio ha un po’ imparato ad usare una distribuzione e/o un ambiente grafico e ha a che fare con un’altra deve reimparare tutto daccapo.
    Bisogna imparare ad apprezzare i pregi e difetti dei vari S.O. e usarli quando serve.
    La partigianeria non serve a nulla.

  13. ubuntista Says:

    a) non è vero… prendi Quake III su Linux e su Windows, con la stessa macchina… Linux: +60% fps.

    b) non è vero: da UbuntuSemplice ho ricevuto oltre 100 email, quasi tutte di persone che mi hanno detto “quant’è facile con Linux”.

    c) sono d’accordo con te al 100%.

    d) d’accordo anche qui.


I commenti sono chiusi.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: